rotate-mobile
Economia Lignano Sabbiadoro

Controlli estivi della Finanza, spiccano gli affitti in nero a Lignano

L'operazione "Black House" avvenuta nella località balneare friulana rientra nel bilancio delle attività nazionali che hanno interessato l'intera Penisola

Nel piano estivo dei controlli nelle principali località balneari, montane e nelle città d’arte a maggiore vocazione turistica di tutta la Penisola, operato dalla Guardia di Finanza su tutta la Penisola, spiccano diversi risultati i cui esiti sono stati diffusi oggi.

Tra i molteplici risultati conseguiti dalle fiamme gialle, per effetto di quest’azione d’intensificazione dell’attività di contrasto all’economia illegale e sommersa durante l’estate 2016, si evidenzia quello sulla merce contraffatta, delle accise e del commercio irregolare. Negli interventi sul territorio nazionale, ha avuto rilievo l'attività di contrasto degli affitti irregolari: sono stati oltre 1300, anche mediante il ricorso all’offerta on-line di seconde e terze case nelle principali località di villeggiatura: 1.400 le violazioni riscontrate, con il conseguente avvio di più approfonditi accertamenti fiscali.

In questo contesto si inserisce l’operazione “Black House”, condotta dalla Guardia di Finanza di Udine nell’area di Lignano Sabbiadoro, orientata alla scoperta di patrimoni immobiliari, talvolta cospicui, destinati a “locazioni turistiche” in violazione della disciplina di settore, oltre che fiscale. A seguito di una mirata attività infoinvestigativa e di analisi, avvalorata dalle risultanze di accertamenti condotti nei confronti di 10 agenzie immobiliari e 396 persone fisiche proprietarie di immobili, sono state individuate oltre 1.000 unità locate in maniera irregolare o totalmente “in nero”, con un’evasione constatata, in materia di redditi di fabbricati, pari a oltre 5,5 milioni di euro e un’IVA evasa dalle agenzie
immobiliari per 450.000 euro.

Tra i casi più eclatanti scoperti, quello di un intero nucleo familiare che ha locato completamente “in nero” 33 appartamenti, ricevendo canoni per quasi 230.000 euro e di un singolo proprietario che, a fronte dell’affitto di 19 immobili, ha percepito redditi in evasione per 190.000 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli estivi della Finanza, spiccano gli affitti in nero a Lignano

UdineToday è in caricamento