Domenica, 17 Ottobre 2021
Economia

Chef e produttori si incontrano sullo smartphone: è udinese la app che rivoluziona la ristorazione

Sull’app, già disponibile negli store iOs e Android, 200 produttori artigianali, oltre 10.000 prodotti tipici e più di 800 ristoranti già clienti. Così si accorcia la filiera e si aiutano i ristoratori a risparmiare fino al 20% sugli ingredienti

Soplaya è un marketplace nato a Udine per le forniture della ristorazione che mette in contatto, ad oggi, circa 1.300 ristoranti con più di 250 produttori in tutta Italia, offrendo sul suo “mercato digitale” oltre 10.000 prodotti, in molti casi provenienti da presidi slow food o introvabili altrove. Fondata nel 2018 da Mauro Germani, Gian Carlo Cesarin, Ivan Litsvinenka e Davide Marchesi, ha chiuso il 2020 con un fatturato di 1,7 milioni di euro e conta già 2 hub in Friuli Venezia Giulia e Veneto, con l’obiettivo di coprire l’intero nord Italia entro il 2022.

La App

Soplaya, annuncia il lancio della sua App, la prima a portare direttamente negli smartphone degli chef un catalogo di oltre 10.000 prodotti tipici, artigianali, bio e slowfood. Aiutandoli, così, in un solo “tap”, a digitalizzare il proprio “carrello” e a reperire autentiche specialità enogastronomiche, la cui consegna avviene, gratuitamente, in 12-48 ore. Con un risparmio medio per il ristoratore del 20% rispetto ai distributori tradizionali.

Esempio Navigazione su App-2

Come funziona

L’App di Soplaya (www.soplaya.app), spostando dalla “carta” allo smartphone sia il processo di ricerca degli ingredienti che quello di riordino, introduce diverse novità nella routine degli chef: l’app, infatti, permette di confrontare rapidamente l’origine, le caratteristiche di produzione e i prezzi degli ingredienti; consente di creare liste personalizzate, che abilitano tutto lo staff di cucina a ordinare le nuove forniture a fine servizio, evitando errori, problemi di comunicazione e lavagne; offre ai offre ai ristoratori la possibilità di avere una panoramica delle spese e delle fatture, che consente di fare decisioni più rapide sul food cost e riprendere il controllo sulla marginalità dei piatti; fornisce, infine, informazioni complete e dettagliate sui produttori, la loro storia e i metodi produttivi, in modo da poter raccontare con semplicità la filiera ai propri clienti tramite menù e camerieri, e un sistema di notifiche in tempo reale per ricordare quando ordinare, l’orario esatto di arrivo della merce e le promozioni riservate.

Addetto Soplaya porta la spesa direttamente al ristorante-2

Novità

Funzionalità a cui, presto, si aggiungeranno anche l'ordine con comando vocale e il calcolatore di food cost. “La decisione di investire sullo sviluppo di un’applicazione mobile è stata presa su input dei nostri clienti: il processo di creazione del menù, di ordine e riordine è molto meno lineare di quanto si creda e coinvolge molte persone oltre lo chef, e sempre più spesso ci chiedevano di poterlo gestire rapidamente da smartphone", spiega Filippo Tavano, Product Owner di Soplaya. "Abbiamo lavorato per mesi fianco a fianco a decine di ristoranti per costruire insieme un prodotto che migliorasse la ricerca e la scelta degli ingredienti, la gestione del conto economico del ristorante, i riordini a fine servizio e i processi e la comunicazione tra chef e staff di cucina. I dati ci dicono che siamo nella giusta direzione: dopo la prima settimana di pre-lancio, esclusivo per i nostri clienti, l’80% di essi utilizza già in autonomia l’app, per un totale di oltre 1500 ordini ricevuti in 5 giorni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chef e produttori si incontrano sullo smartphone: è udinese la app che rivoluziona la ristorazione

UdineToday è in caricamento