Tecnologia, accordo tra la friulana Eurotech e Hitachi

L'azienda di Amaro metterà a disposizione un sistema di "Diagnostica predittiva" che consentirà di aumentare le prestazioni e l’utilizzo delle macchine, riducendone i tempi di fuori servizio

Giunge da Tokyo, direttamente dal quartiere generale del colosso giapponese Hitachi, l’annuncio dell’accordo con la friulana Eurotech. Sarà infatti proprio la quotata Eurotech, con le sue tecnologie, a garantire lo sviluppo di HiPAMPS-edge: un sistema di Hitachi Power Solutions applicato a macchine nel settore industriale e dell’energia che, grazie ai gateway IoT (Internet of Things), e alla piattaforma cloud per l’ioT di Eurotech, consentirà di eseguire la cosiddetta ‘diagnostica predittiva’, il tutto grazie anche agli algoritmi di manutenzione di Hitachi.

Ovvero, un gateway IoT di Eurotech: un instradatore di dati connesso ad internet ed al cloud, oltre che alle macchine di produzione - rese in questo modo indirettamente intelligenti - consentirà l’acquisizione dei dati che, elaborati anche localmente, in modo predittivo, garantiranno una diagnosi a priori di eventuali problemi di malfunzionamento, e non solo:  vista anche la presenza di funzioni di apprendimento del funzionamento della macchina stessa.

Sugli apparecchi Hitachi e non, su cui sarà applicato il prodotto HiPAMPS-edge si sarà in grado di prevederne anomalie, guasti; con l’elaborazione dei dati, nel luogo in cui la macchina si trova, senza la ‘normale’ trasmissione ad un server. Una funzionalità notevole che offre la chiave di lettura dell’enorme impatto dell’IoT industriale nel mercato globale dove, sarà lanciato HiPAMPSedge, ad ottobre del 2016.

Questo accordo fra Eurotech ed Hitachi si colloca in un periodo storico in cui l’elaborazione dei dati, ed il loro transito in rete, sta proliferando in modo esponenziale: si stima che l’80% dei dati elaborati nel 2020, si stanno cominciando a raccogliere a partire da quest’anno. Questo fenomeno, che sta alla base del Big-data, richiede un migliore e più facile accesso ai dati prodotti dalle macchine ed il loro trasporto al cloud, in modalità sicura. 

Il sistema messo a punto da Eurotech (software e hardware), risponde a questi requisiti ed è divenuto parte integrante del processo globale di innovazione e crescita della produttività che Hitachi ha intrapreso.

Infine, Eurotech è partner anche di Hitachi Insight, la nuova società sulla quale Hitachi ha dichiarato di voler investire un miliardo di dollari nei prossimi tre anni, con cui il colosso giapponese promuoverà lo sviluppo e l’integrazione dell’IoT in campo industriale, per tutte le aree di business del suo gruppo.

"Si tratta di un accordo fondamentale quello stretto con Hitachi – afferma Roberto Siagri, presidente di Eurotech, dal Giappone – si basa sullo sviluppo di applicazioni legate alla manutenzione predittiva, grazie alle quali sarà possibile fornire al cliente finale un servizio che gli consentirà di aumentare le prestazioni e l’utilizzo delle macchine, riducendone i tempi di fuori servizio. Tutto questo è stato possibile combinando le tecnologie di Eurotech in ambito IoT, e quelle di Hitachi: gli algoritmi di apprendimento e di diagnostica predittiva. Siamo orgogliosi di aver contribuito al processo di innovazione che sta portando avanti il gruppo Hitachi”.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • Fa entrare i clienti dal retro nonostante le restrizioni, interviene la Polizia

Torna su
UdineToday è in caricamento