Cronaca Centro / Viale Giacomo Leopardi

Via le panchine in Borgo Stazione. Fontanini: "Vogliamo evitare bivacchi"

"Confido che nessuno abbia niente da ridire, nemmeno qualche sacerdote, come quella volta che feci rimettere le panchine con i braccioli in via Aquileia"

È categorico il sindaco di Udine Pietro Fontanini: "Non posso accettare che questo quartiere della città non sia sicuro, sia considerato una zona a rischio. Gli interventi che abbiamo in mente sono diversi. A partire dal blocco della vendita delle birre da frigo, con un'ordinanza di inizio luglio, il presidio della polizia locale che dovrebbe aprire entro ferragosto, ora abbiamo deciso di togliere le panchine in viale Leopardi per evitare bivacchi". Sembra voler emulare il sindaco di Treviso, Giancarlo Gentilini, anche lui della Lega, che già nel 1997 aveva fatto togliere tutte le panchine poste di fronte alla stazione dei treni della cittadina veneta. Per evitare che le usassero gli immigrati. Notizia che finì su tutti i giornali e telegiornali italiani ed esteri. Questa è un'ulteriore azione per garantire la sicurezza dei residenti e degli operatori economici della zona che, da tempo, chiedono interventi incisivi per il quartiere delle magnolie. E conclude il primo cittadino: "Confido che nessuno abbia niente da ridire, nemmeno qualche sacerdote, come quella volta che feci rimettere le panchine con i braccioli in via Aquileia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via le panchine in Borgo Stazione. Fontanini: "Vogliamo evitare bivacchi"

UdineToday è in caricamento