Ute del codroipese, fine del 27° anno accademico

La chiusura alla presenza delle autorità del Medio Friuli, con l'naugurazione della mostra delle opere eseguite dai corsisti nel 2013-2014

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Tutto finisce e, secondo il punto di vista, la stessa cosa può assumere motivo di gioia, nella stragrande maggioranza dei casi, ovvero di tristezza. Stupendo il dispiacere nella faccia degli studenti quando si avvicina la fine dell'anno accademico. Si tratta degli adulti che senza alcun obbligo hanno frequentato, da ottobre a fine marzo, un altro anno di studio all'Università della terza età Codroipese. Concretamente lusinghiero per l'istituto e per i docenti, sia il numero d'iscritti raggiunto (quasi 1.500 discenti), sia il cruccio aleggiante quando rimangono poche ore di lezione, prima della pausa estiva. Tutti ricordano la gaiezza, la felicità di quando erano giovani e in questo periodo dell'anno, non si aspettava altro che la possibilità di buttare via i libri, sentirsi liberi di svegliarsi tardi, magari di andare al mare o in montagna per le vacanze.

Terminato il 27° anno accademico, l'Università della Terza Età del Codroipese ha aperto al pubblico fino a domenica 13 aprile 2014, per esporre le opere realizzate dagli studenti. I laboratori delle cinque sedi, Basiliano, Bertiolo, Codroipo, Lestizza e Rivignano sono sempre attivi e i risultati si possono vedere esposti presso la sede di Codroipo in Piazza Dante Alighieri, 3.

Splendidi lavori, fatti durante i corsi, con passione e dedizione che possiamo vedere nelle realizzazioni esposte. Questa è ormai una tradizione, un'enorme soddisfazione per i realizzatori e loro insegnanti, che con grande orgoglio e giusta enfasi, vogliono condividere i risultati ottenuti. L'Ute del Codroipese continua a perpetrare il costume di esporre le realizzazioni dei frequentatori dello scorso anno accademico, aprendo le porte a tutti quelli che vorranno ammirare o anche solo curiosare. L'ingresso è gratuito con i seguenti orari: sabato e domenica 5,6 e 12,13 aprile dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19 venerdì 11 solo il pomeriggio. Aggiornamenti e informazioni sono sempre aggiornate anche sul sito internet www.utecodroipese.org e le relative pagine su facebook, twitter, google plus e youtube.

L'anno accademico 2013 - 2014 è stato davvero importante. Nel mese di giugno a Codroipo si è svolto il congresso nazionale degli atenei di tutta Italia, organizzato sotto l'egida dalla Federuni, che ha portato nel Medio Friuli tutti i dirigenti degli istituti italiani. Il tema dominante del meeting è stato il nuovo concetto di sviluppo, dall'economia all'umano, che ha visto la partecipazione del Magnifico Rettore pro tempore dell'università degli studi di Udine, prof.ssa Cristiana Compagno. A seguire mons. Ivan Bettuzzi, arciprete di Codroipo, il prof. Franco Bosello dell'università di Venezia, il presidente della Federuni professor Giuseppe Dal Ferro e altri conferenzieri che sono stati coordinati dal presidente ospitante, prof. Roberto Zanini e dal direttore dei corsi gen. Amilcare Casalotto. L'otto novembre l'onorevole Giorgio Rossetti, presidente del centro studi dialoghi europei, già europarlamentare e prima consigliere regionale del Friuli Venezia Giulia ha tenuto la prolusione sull'Europa, alla presenza d'iscritti, docenti e ospiti.

In questo momento di crisi, di ristrettezze, esistono belle realtà che grazie alla generosità e volontarietà di alcuni, riescono a creare ambienti positivi di aggregazione, utili e apprezzati da molti. Un ringraziamento a docenti, dirigenti e collaboratori è giunto da parte delle autorità presenti in rappresentanza del Medio Friuli, coinvolte dalle cinque sedi dell'Università del Codroipese, per l'inaugurazione della mostra venerdì 4 aprile. C'erano il Vice Commissario del comune di Rivignano Teor Fabrizio Mattiussi, il sindaco di Varmo Sergio Michelin e dall'assessore all'urbanistica, pianificazione territoriale, ambiente ed energia del comune di Codroipo Andrea D'Antoni, che ha posto l'accento sull'importanza di impegnare risorse nella cultura, nella formazione, in particolare in momenti di crisi.

La sera a Villa Manin c'è stato il commiato con i discenti, alla presenza degli amministratori locali tra cui il sindaco di Codroipo Fabio Marchetti, che ha rimarcato l'importante ruolo sociale dell'istituzione, che in futuro potrà trasferire sempre più conoscenze e cultura a tutti i cittadini.
Per aggiornamenti e altre informazioni c'è il sito web utecodroipese.org oppure la segreteria dell'Ute del Codroipese 0432/905391.
Marco Mascioli

Torna su
UdineToday è in caricamento