menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autostrade: un altro fine settimana di traffico intenso

Ripristinata la circolazione nel corso della notte dopo l'incidente di ieri mattina. Flussi di auto consistenti da oggi a domenica. Sabato il giorno critico. Divieto per i mezzi pesanti solo durante il giorno

Lavori di ripristino ultimati a tempo di record, durante la notte, dopo il grave incidente accaduto ieri in A4, sinistro che aveva pesantemente danneggiato sia il manto stradale, sia il guard rail. Oltre otto ore di lavoro per riportare l’autostrada in condizione di affrontare un fine settimana che, dal punto di vista del traffico estivo sarà quasi uguale a quello precedente,  con flussi molto intensi su tutta la A4 in entrambe le direzioni, congestioni in prossimità del nodo di Palmanova e rallentamenti che potranno trasformarsi in code alla barriera di Trieste Lisert.

Indispensabile, quindi, la massima prudenza e il rigoroso rispetto delle norme del codice della strada, soprattutto per quanto riguarda le distanze di sicurezza, i limiti di velocità, l’attenzione alla guida. L’incremento dei flussi, già iniziato fin dalle prime ore del mattino di oggi, venerdì 30 agosto, rallenterà durante la notte per poi riprendere dalle prime ore di domani.  Per sabato 31 agosto sono previste code nel tratto compreso fra Villesse e San Giorgio di Nogaro in direzione Venezia nonchè fra Portogruaro e Venezia Est. 

Incolonnamenti alla barriera di Trieste Lisert a cominciare da Sistiana e code, fin dalle prime ore del mattino, nel tratto compreso fra Latisana e il nodo con la A23 Palmanova Tarvisio in direzione Trieste/Udine per i turisti che da Lignano e Bibione rientrano in patria nei paesi d’oltralpe. Super traffico, sempre in A23 nel tratto fra tra Udine Nord e il nodo di interconnessione con la A4 a Palmanova per i vacanzieri che scelgono di trascorrere le ferie in Italia approfittando della bassa stagione e per quelli che rientrano. Rallentamenti, congestioni e code a tratti sono previste lungo tutta la direttrice verso Venezia, che risulterà particolarmente trafficata, soprattutto nel tratto fra San Giorgio di Nogaro e Latisana ma anche oltre.  Code sia in entrata sia in uscita al casello di Latisana e rallentamenti a quelli di San Donà di Piave e San Stino di Livenza, da dove il traffico si dirige verso le località balneari della costa adriatica.

Il divieto di circolazione per i mezzi pesanti superiori alle sette tonnellate e mezzo scatterà alle 7 del mattino di sabato e durerà fino alle ore 23,00. Transito libero dalle 23,00 alle 7 del mattino di domenica e poi nuovo stop fino alle 24,00. Anche domenica 1 settembre sarà una giornata a forte intensità di traffico, caratterizzata da esodo e controesodo a cui si aggiungeranno gli spostamenti sul breve medio raggio con rallentamenti ai caselli “balneari” e congestioni a macchia di leopardo su tutta la A4 nella fascia oraria compresa fra le 7 e le 17,00. Indispensabile, prima di mettersi in viaggio, consultare la situazione della viabilità sul sito www.autovie.it o chiamando il numero telefonico a pagamento 89.24.89, gestito dal Centro Informativo Viaggiando, un’accortezza che – in caso di forti criticità – permette di scegliere un itinerario alternativo all’autostrada soprattutto se lo spostamento è di breve raggio. A chi sceglie l’autostrada, Autovie Venete raccomanda di prestare la massima attenzione ai messaggi pubblicati sui pannelli a messaggio variabile posizionati lungo la rete ma anche prima delle rampe di accesso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento