menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Poliziotti di Sesto San Giovanni identificati: "Il Ministro dell'Interno dovrebbe dimettersi"

Mario Pittoni (Lega) rimprovera il ministro Marco Minniti per aver reso pubblici i nomi dei due poliziotti coinvolti nella sparatoria che ha portato la morte del killer della strage di Berlino

«Dal mio punto di vista un ministro dell'Interno che sbaglia in maniera tanto clamorosa, mettendo in pericolo la vita di due agenti che hanno fatto il loro dovere in modo esemplare e dei loro familiari, dovrebbe dimettersi». Lo afferma Mario Pittoni, presidente della Lega Nord Fvg con un esperienza in commissione Politiche dell'Ue del Senato che si occupa specificamente di flussi migratori, commentando i fatti che hanno seguito l'uccisione del terrorista tunisino autore della strage di Berlino.

«Minniti – spiega Pittoni – si è messo in evidenza diffondendo in conferenza stampa le generalità dei poliziotti, alcune ore prima della circolare con cui la Polizia ha invitato a fare, ovviamente, massima attenzione perché non si possono escludere azioni ritorsive nei confronti delle divise italiane”. Un vero ministro dell'Interno concentrerebbe invece le energie sul controllo dei clandestini. Non distinguere, in particolare, tra profughi e migranti economici come di fatto succede da qualche anno, oltre che agevolare chi pratica il terrorismo, fa il gioco dei trafficanti di esseri umani, che hanno imparato a utilizzare l'istituto dell'asilo politico per imporre la presenza di decine di migliaia di immigrati che non scappano da nessuna guerra e assorbono risorse che spetterebbero ai veri profughi, oltre che – conclude Pittoni - ai nostri concittadini in difficoltà».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento