rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Manca l'autorizzazione: stop ai tamponi rapidi in una clinica udinese

Sanzione per il poliambulatorio "Pass" di via Duino a Udine gestito da Cinzia Gori moglie del medico Amato De Monte, direttore della Sores: dopo un controllo dei Carabinieri del Nas è emerso che manca l'autorizzazione regionale

Come avevamo anticipato qualche giorno fa, i Carabinieri del Nas di Udine hanno cominciato a fare controlli relativi all'esecuzione dei tamponi in farmacie e cliniche: emergono le prime irregolarità in città. A finire nel mirino dei militari dell'Arma, come specificato dal comandante Fabio Gentilini, il centro medico "Pass" di via Duino. A quanto pare all'istituto, amministrato da Cinzia Gori, moglie del medico Amato De Monte, mancherebbe un'autorizzazione regionale per lo svolgimento dell'attività in questione, ovvero l'esecuzione dei tamponi

Nell'ambito del controllo che i Carabinieri del Nas stanno facendo in tutti i luoghi che effettuano tamponi per il Green pass, vengono verificate tre cose: che sia applicato il prezzo calmierato, che siano rispettati i protocolli di esecuzione e che ci sia l'autorizzazione regionale. Quest'ultima circostanza non è stata rispettata e quindi è stato preso il provvedimento amministrativo (una sanzione di circa 4mila euro e la sospensione dell'attività relativa ai tamponi). Per il comandante dei Nas di Udine, Fabio Gentilini, «è come se avessi fermato qualcuno alla guida senza patente».


C

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manca l'autorizzazione: stop ai tamponi rapidi in una clinica udinese

UdineToday è in caricamento