Sindacato vandalizzato: il segretario udinese "colpa del clima d'odio instillato dalla politica"

I riders di Bologna hanno effettuato un blitz nella sede dell'Ugl per protestare rispetto all'accordo siglato con le piattaforme: per il segretario udinese è una responsabilità politica

Una foto dalla pagina Facebook Riders Union Bologna

Il sindacato sigla un accordo con le piattaforme dei riders, ma a questi non va bene e decidono di protestare imbrattando la sede dell'Ugl di Bologna, con scritte e volantini. Rivendicata la protesta attraverso i social, dove si legge che l'azione è stata inscenata "contro l'infame accordo siglato dalle piattaforme e da questo sedicente sindacato che gioca a rappresentare i nostri interessi".

Altro che tutela dei nostri diritti, con questo accordo si sono prestati ad una vera e propria azione antisindacale con l'obiettivo di spezzare le gambe a chi in questi anni di protesta era riuscito faticosamente a fare passi in avanti. Grazie a questo accordo pirata viene legittimato lo status di falso autonomo, il ricatto del cottimo e l'assenza delle tutele come malattia, ferie e contributi, tentando persino di farlo passare come un avanzamento. Questo è solo l'inizio, ci prepariamo a nuove mobilitazioni per combattere questo contratto pirata e contro lo sfruttamento delle piattaforme. La lotta rider prosegue!

Si firmano i Riders Union Bologna sulla loro pagina Facebook, dove sono state pubblicate le immagini del blitz.

servi-2

A prendere posizione è stato anche il segretario provinciale di Udine della stessa Ugl, Marco Giaretta, che ha replicato con una nota attribuendo la responsabilità del gesto alla politica.

Esprimo a nome di tutti i nostri iscritti la massima solidarietà per il gravissimo atto di vandalismo e violenza perpetrato questa mattina ai danni della sede Ugl a Bologna. Siamo arrivati a questo grazie al clima di odio instillato giorno dopo giorno da una ben precisa fetta della politica Italiana, pronta a tutto pur di delegittimare chi non la pensa come loro. Un chiaro messaggio verso chi ogni giorno lotta per fare rispettare i diritti dei lavoratori, attraverso la presenza capillare sul territorio nazionale e l'impegno giornaliero di tutte le figure sindacali.
Non sarà certo questo a fiaccare la nostra attività sindacale, anzi da oggi saremo ancora più presenti e consci del nostro compito: tutelare e proteggere il lavoro e i lavoratori.
NOI SIAMO L'ALTRO SINDACATO!!!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ugl crumiri-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, una 28 enne finisce in terapia intensiva

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • Un friulano è "fotografo dell'anno" per National Geographic

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Non ce l'ha fatta il giovane Cristian, morto a soli 23 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento