menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

1200 profumi contraffatti sequestrati dalla Guardia di Finanza: provenivano dall'Ungheria

La scoperta delle Fiamme Gialle a Gorizia. La merce era destinata al mercato nazionale, in particolare nella provincia di Torino. Nei guai due macedoni

1200 profumi falsi: sono quelli sequestrati dalla Compagnia  della  Guardia di Finanza di Gorizia, nell’ambito dell’attività di controllo economico del territorio svolta in prossimità del confine di Stato. Le fiamme gialle hanno infatti sventato un traffico illegale con la merce proveniente dall’Ungheria.

I profumi riportavano etichette false di prestigiosi marchi e destinati ad essere commercializzati in Italia, in particolare nella provincia di Torino.
La Guardia di Finanza ha sequestrato, al  valico  Sant’Andrea   di   Gorizia e, successivamente, a Torino, a seguito diperquisizioni disposte dalla  Procura della Repubblica presso  il  Tribunale di Gorizia, oltre  1200  profumi  di  note griffes nazionali ed estere.

profumi sequestrati-2-2I due soggetti responsabili dell’illecita attività, di nazionalità macedone, ma residenti a Torino, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per  i reati  di introduzione  nello  Stato  e commercio di prodotti con segni falsi (art.474 CP) e ricettazione (art. 648 CP).
Per uno di loro è scattata anche la denuncia perché trovato in possesso di patente di guida falsa. I due macedoni, titolari di un’attività commerciale operante nel settore del commercio di abbigliamento ed accessori, avrebbero messo in vendita i profumi contraffatti, acquistati a Budapest, nei mercatini rionali di alcuni comuni della provincia di Torino, conseguendo un indebito vantaggio patrimoniale, attuando una concorrenza sleale a danno dei commercianti onesti.

Le perizie eseguite sui profumi sequestrati, avvalendosi della collaborazione dalle aziende danneggiate e titolari dei noti  marchi, hanno  confermato la  falsità  dei  prodotti e  fatto emergere  altresì che  alcuni di  essi non erano ancora  presenti sul mercato
legale, a conferma  di  quanto il fenomeno della contraffazione possa essere insidioso, tanto da anticipare la distribuzione sul mercato di nuovi prodotti originali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento