Cronaca Centro / Viale XXIII Marzo 1848

Test Coronavirus senza autorizzazioni, sequestri dei Nas di Udine

Operazioni in tutta Italia dei militari dell'Arma per  contrastare il commercio di dispositivi per la protezione individuale e di gel igienizzanti irregolari

I Nas di Udine e di Treviso hanno sequestrato oltre 150 kit utilizzati per il prelievo siero-ematico. I prodotti, utilizzati per effettuare test di positività Covid-19, erano stati importati dall’Asia senza mai essere stati notificati al Ministero della Salute. L'operazione rientra in una serie di iniziative messe in atto sul territorio nazionale per contrastare il commercio di dispositivi per la protezione individuale e di gel igienizzanti irregolari.

Tutta Italia

In questo ambito, i Nas di Pescara, Genova, Cremona, Palermo, Roma, Livorno e Bologna, hanno rinvenuto e posto sotto sequestro circa 23mila mascherine non conformi alla normativa vigente, per un valore commerciale di circa 55mila euro. I Nas di Salerno, Treviso, Napoli, Cremona, Parma e Roma, inoltre, hanno sequestrato anche 27mila confezioni di gel igienizzante, riportanti etichettatura irregolare, prive della prevista notifica sul portale Europeo o presso il Ministero della Salute.

I luoghi

Le verifiche dei carabinieri sono state effettuate in farmacie, aziende specializzate nel commercio di articoli per la casa e, in un caso, anche in un negozio di abbigliamento, la cui responsabile è stata segnalata per aver violato gli obblighi di chiusura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Test Coronavirus senza autorizzazioni, sequestri dei Nas di Udine

UdineToday è in caricamento