rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca Chiavris / Via Ampezzo

Il "Palamostro" della piscina comunale di Udine compie 10 anni

Esattamente 10 anni fa lo scivolo dell'impianto natatorio di via d'Ampezzo venne sequestrato e interdetto al pubblico dopo la caduta di una bambina di sette anni, a pochissimi giorni dalla sua inaugurazione

Nel pomeriggio del 17 giugno di dieci anni fa una bambina udinese di 7 anni cadde dallo scivolo della piscina per i piccoli del polo natatorio di via Ampezzo. La struttura era stata inaugurata qualche giorno prima e presentata al pubblico assieme al restauro delle vasche esterne. La dinamica dell'infortunio non è ancora del tutto chiara a distanza di anni; quello che si sa è che precipitò da un'altezza di quasi 2 metri e mezzo andando a cozzare sul pavimento, rompendosi un canino e riportando alcuni traumi alla spalla, al fianco e all’anca.

Ancora chiuso lo scivolo della piscina del Palamostre di Udine

Dopo i soccorsi, l'attrazione acquatica venne chiusa dalla polizia e dai vigili urbani e sequestrata dalla magistratura inquirente. Sotto accusa finirono la scaletta e la piattaforma di accesso allo scivolo. Da allora il gioco è rimasto interdetto al giovane pubblico, in attesa della chiusura della causa che il Comune di Udine, amministrato dall'allora giunta Cecotti, intentò alla ditta costruttrice e ai suoi progettisti. Cartelli e transenne vietano tutt'oggi l'accesso e l'abbattimento poiché, in attesa della sentenza, potrebbe sempre arrivare  la richiesta di consulenza tecnica d'ufficio. Una situazione, insomma, intricata e scaturita da un infortunio fortunatamente risultato non grave ma che a distanza di anni aspetta ancora i tempi giurassici della giustizia italiana.

Speriamo venga presto eliminato ci ha confidato una mamma a bordo vasca– Quel gioco, anche se sbarrato da quelle strisce arancioni, è più pericoloso così che aperto”. Posizione condivisa da un altro genitore che abitualmente utilizza le piscine del Palamostre con suo figlio: “Non solo deve essere abbattuto al più presto - ci spiega - ma non deve nemmeno essere sostituito, altrimenti con l'affluenza che registra la piscina dei piccoli, può solo immaginare la calca che ci sarebbe a ridosso del gioco e l'alta probabilità che avvenga un altro incidente”. 

Piscine a Udine e dintorni, dove andare durante l'estate

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "Palamostro" della piscina comunale di Udine compie 10 anni

UdineToday è in caricamento