menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crack Coopca: in 400 partecipano allo sciopero di protesta

Lavoratori preoccupati per le ricadute occupazionali della crisi. Prevista la chiusura di 7 punti vendita in base al piano concordatario

Dipendenti, soci prestatori, semplici cittadini e rappresentanti delle istituzioni locali. In 400 hanno partecipato  alla mobilitazione organizzata questa mattina davanti alla sede CoopCa di Amaro, in occasione dello sciopero dei lavoratori proclamato dalle organizzazioni sindacali di categoria Filcams Cgil, Fiasascat Cisl e Uil Tucs, preoccupati per le ricadute occupazionali e sociali della crisi.

L'attuale piano di concordato dell’azienda prevede a oggi la vendita di sette negozi, su un totale di 14 punti vendita in Veneto e 24 in Friuli Venezia Giulia. I sindacati hanno chiesto "una risposta dalle centrali cooperative”, per accelerare l'integrazione al piano con un possibile intervento di un altro soggetto cooperativo come potrebbe essere Coop Nordest, secondo le indiscrezioni circolate in questi giorni. Il tribunale ha concesso tempo fino al prossimo 8 aprile per l'integrazione e per i sindacati "bisogna fare presto perché il tempo stringe". Il prossimo passo ufficiale sarà un incontro in Regione con la Governatrice Serracchiani, fissato in calendario per martedì mattina a Udine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento