La sagra di Godia ha chiuso l'edizione più affollata di sempre

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Superate le 7500 porzioni di gnocchi nel primo fine settimana e segnato già allora un nuovo primato, la Sagra di Godia chiude oggi l'edizione più di successo della sua storia: si sono infatti sfiorate le 17 mila porzioni totali di gnocchi e le 10 mila di patate fritte, contro le 16 mila e 9 mila del record raggiunto lo scorso anno. «Possiamo solo ringraziare la gente che è venuta - commenta il presidente del comitato organizzatore, Franco Tonutti -: evidentemente qui si trova bene, e conferma nel tempo la sua presenza». Nonostante la concomitanza di numerosi altri eventi in regione, quindi, Godia non solo non ne ha risentito, ma ha addirittura incrementato i suoi estimatori.

Dopo una serata particolarmente affollata venerdì, sabato mattina Godia si è colorata grazie alle magliette del centinaio di partecipanti alla 15^ caccia al tesoro "Tra Godie e la Tôr": anche in questo caso numeri più alti degli scorsi anni, che hanno confermato la bontà di questa formula di stare insieme e divertirsi per i ragazzi. Cuore del fine settimana è stata la giornata di domenica: alla messa delle 10.30 in onore del patrono S. Antonio è seguita la processione accompagnata dalla Filarmonica di Povoletto con un piccolo concerto al termine, mentre alle 16 è stata la volta della novità del 2014, la 1^ rassegna internazionale di fisarmonicisti Alpe Adria: 35 virtuosi da Friuli, Austria, Slovenia e Croazia hanno allietato i presenti con la loro arte.

Ottima risposta hanno registrato anche la pesca gastronomica, nonché il laboratorio di ceramicha "Ceramichiamo, la rassegna di quadri d'autore di Nello Bettuzzi, e la mostra fotografica "Le operose rogge di S. Osvaldo" di Michela Bonan: «Le reazioni del pubblico confermano la validità del lavoro di ricerca che ho svolto - commenta quest'ultima -, tanto che mi piacerebbe ora esporre questo itinerario storico-fotografico anche in altre sedi».

Un'edizione di tale successo è un ottimo biglietto da visita per Friulidoc: anche quest'anno e per l'ottava volta la Sagra sarà presente all'appuntamento che riunisce le eccellenze della produzione enogastronomica regionale, offrendo una vetrina per farsi conoscere ben oltre il Fvg. Lo stand della Sagra di Godia vi aspetta quindi dall'11 al 14 settembre in Piazza Garibaldi a Udine.

Torna su
UdineToday è in caricamento