«Sospendere l'Imu per le categorie deboli», la proposta di Progetto Innovare

Il consigliere comunale Federico Pirone ha avanzato delle idee a tutela dei "nuovi poveri"

Condomini Ater

Le misure di lockdown che il nostro territorio sta vivendo rischiano di acuire situazioni e debolezze strutturali che erano emerse già in questi dieci anni di crisi. "Non basteranno interventi spot o tampone ma serve una forte capacità di visione e di programmazione. Vanno in particolare messe in campo misure che hanno i propri effetti non solo sull'immediato ma su un medio-lungo periodo, immettendo liquidità", afferma il consigliere comunale di Progetto Innovare Federico Pirone.

Categorie a rischio

Tra i problemi principali c'è quello della difficoltà di famiglie, lavoratori autonomi e liberi professionisti, imprese e Enti del Terzo Settore "fino ad oggi non contemplati nelle misure di sostegno sia a livello nazionale sia locale, categorie “deboli” (precari, giovani, migranti) che rischiano di ingrossare la nuova povertà perchè non riusciranno, a causa della sospensione del lavoro e di una ripresa che non si annuncia semplice, a pagare gli affitti".

Le richieste

Progetto Innovare fa dunque delle richieste precise all'amministrazione comunale:
- favorire un accordo tra le associazioni dei proprietari e dei locatari affinchè ci sia la possibilità di sospendere, dilazionare o rinegoziare il canone di affitto per un periodo concordato (6 mesi) senza che ciò costituisca presupposto per la decadenza del contratto o l’applicazione di interessi moratori. Si può fare anche tramite scrittura privata tra le parti. I proprietari che sottoscrivono l'accordo verseranno meno tasse, vedranno comunque garantito un flusso di liquidità: per loro si può valutare la sospensione dell'IMU.
- la normativa nazionale ha introdotto un credito d'imposta pari al 60% sul canone di affitto per gli immobili C1, quella regionale un ulteriore contributo pari al 20 % per gli immobili A10, C1, C2, C3, entrambi solo per il mese di marzo. Va allargata la platea dei beneficiari agli esclusi comprendendo altre categorie catastali quali le D (artigianali, produttive), le H e le B per un periodo superiore al mese di marzo. "Questo tema è stato accennato anche ieri in commissione dall'assessore Laudicina", conclude Pirone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Covid 19: quattordicenne ricoverato a Udine in Medicina d'urgenza

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Coronavirus: 90 nuovi casi, tre decessi, due focolai a Martignacco e Gradisca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento