menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La tutela della salute dei volontari della Cri e della Protezione Civile

Al centro del dibattito l'applicazione del Testo unico in occasione degli interventi in situazioni di emergenza

Oltre 150 partecipanti, tra medici e responsabili della sicurezza, e tra questi i Direttori Sanitari di molte unità della Croce Rossa Italiana provenienti da tutta Italia, hanno seguito la due giorni di formazione nazionale promossa dal Comitato Regionale della Croce Rossa Italiana del Friuli Venezia Giulia, discutendo della tutela della salute dei volontari della Croce Rossa Italiana e della Protezione Civile in un incontro di due giorni dal titolo “Profili di idoneità del personale i servizio e dei volontari della Croce Rossa Italiana e della Protezione Civile – La tutela della salute del volontario”. L’evento, tenutosi l’8 e i 9 febbraio, presso l’Università degli Studi di Udine, ha rappresentato un momento di confronto sulla normativa vigente in materia di controllo sanitario e sorveglianza sanitaria preventiva e periodica del Personale della Croce Rossa Italiana.

I presenti

Nel corso dell’evento, presente il vice presidente della Giunta regionale del Fvg e assessore alla sanità Riccardo Riccardi e il Presidente della III Commissione sanità della regione FVG, sono state affrontate le problematiche relative all’impiego del personale della Croce Rossa Italiana sia nell’ordinarietà dei servizi alla Comunità, nell’ambito sociale che della formazione, nelle attività operative di trasporto e soccorso sanitario, nelle emergenze nazionali e internazionali o nei ruoli dei Soccorsi Speciali regionali della Croce Rossa Italiana degli Operatori Polivalenti di salvataggio in Acqua, nelle Unità Cinofile Croce Rossa Italiana, nelle squadre Cbnr. Il vice-sindaco di Udine, Loris Michelini, ha salutato i partecipanti aa nome del sindaco Fontanini, mentre il Domenico Montanaro ha portato i saluti del presidente dell’Ordine dei Medici di Udine.

Le difficoltà

Nel corso del dibattito sono state confermate le difficoltà, note, dovute all’applicazione del Testo unico sulla tutela della salute in occasione degli interventi in situazioni di emergenza ovvero quando il volontario è maggiormente esposto a rischi per la sua salute. Ai lavori hanno partecipato, inoltre, il Direttore Nazionale del Volontariato della Protezione Civile, Roberto Giarola, il Direttore Regionale della Protezione Civile Fvg Amedeo Aristei e il Comandante il Comando dei Vigili del Fuoco di Udine, già addetto alla segreteria del Capo del Corpo, Alberto Maiolo, che hanno sottolineato come il volontariato ‘in emergenza’ debba essere destinatario di specifiche norme di tutela sanitaria. E’ anche intervenuto il Segretario Generale della Croce Rossa Italiana, Flavio Ronzi, che ha delineato ruolo e compiti del sistema di risposta alle emergenze della Croce Rossa Italiana, sempre presente sul territorio nazionale, e regionale, con i suoi Nuclei di Pronto Intervento e Reparti di Salute Pubblica.

Non sono un bersaglio

L'evento è stato anche l’occasione di apertura ufficiale della Campagna nazionale "Non sono un bersaglio" che richiama gli obblighi di tutela della missione sanitaria sia in caso di conflitto che in situazioni di ordinarietà sociale. Rispetto che sempre più spesso viene a mancare, creando così difficoltà di operato a tutela delle vittime. Le strutture sanitarie, in zone di conflitto, sono ormai considerate obiettivi 'paganti' perchè la loro distruzione genera sconforto nella comunità civile e assenza di accesso alle cure ed al soccorso. 

La cittadalla

Nella nostra Regione, a partire da oggi, tutti e 9 i Comitati territoriali svilupperanno attività di sensibilizzazione sul tema nelle piazze fino a confluire il 16 febbraio nell’allestimento della Cittadella Croce Rossa Italiana Fvg a Trieste dove si proseguirà con le attività della campagna nazionale “Non sono un bersaglio” e si presenteranno le attività regionali della Croce Rossa Italiana del Friuli Venezia Giulia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento