menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Peste suina africana, da abbattere 250 femmine di cinghiale

La Regione Fvg ha deciso di mettere in campo alcune misure di prevenzione che saranno realizzate in collaborazione tra i servizi veterinari e forestali

Prevenire il possibile dilagarsi della peste suina africana, epidemia virale, per la quale non esistono vaccini ma che fortunatamente colpisce solo maiali e cinghiali, senza essere trasmissibile all'uomo. La peste, che proviene dall'Africa sub-sahariana, col tempo ha trovato diffusione anche in Europa, con gli ultimi casi registrati tra Belgio, Slovacchia e Serbia. La Regione Fvg ha deciso di mettere in campo alcune misure di prevenzione che saranno realizzate in collaborazione tra i servizi veterinari e forestali e le associazioni di cacciatori. Tra queste l’abbattimento di 250 femmine in età fertile, che saranno analizzate grazie a prelievi effettuati nel corso dell’attività venatoria ordinaria. L'avvio di azioni comuni proseguirà fino al prossimo marzo e andrà incontro anche alle preoccupazioni sollevate negli scorsi mesi dagli agricoltori che chiedono la salvaguardia delle attività agricole ed economiche a rischio a causa dei troppi cinghiali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento