Immigrato pestato a sangue nella zona di Udine sud

L'uomo, un 22enne richiedente asilo che dimora alla "Cavarzerani", è stato aggredito ieri notte da un gruppo di stranieri

Un 22enne di nazionalità afghana è stato picchiato ieri notte nella zona di Udine sud, in una laterale di viale Palmanova. Sarebbero stati 4 i protagonisti dell’aggressione, effettuata con mazze di legno e scope. La scena è stata notata da alcuni passanti, che hanno avvertito i carabinieri, facendo così in modo che la gang tagliasse la corda prima dell’arrivo dei militari.

LESIONI. Sul posto sono giunte poco dopo due pattuglie del Norm e una della stazione di Campoformido che hanno soccorso il ferito, che ha riportato diverse lesioni, in particolare al volto, dove dovrebbe aver subito anche delle fratture. Il profugo è stato soccorso dal personale medico del 118 e portato al Santa Maria della Misericordia, dove si trova ora ricoverato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE INDAGINI. I carabinieri - comandati dal maggiore Alberto Granà - hanno successivamente recuperato uno dei bastoni usati per l’aggressione e rintracciato in zona stazione l’auto usata dagli stranieri per allontanarsi. A bordo c’erano due iracheni - uno di 28 anni e l’altro di 33 - , residenti a Udine, entrambi regolari, ancora sporchi di sangue. Saranno processati per direttissima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 10 luoghi particolari per scoprire una Udine insolita, poco conosciuta e bellissima

  • Il miglior frico del Friuli è in un bar della montagna

  • Alice, Viola e Jenny: le tre bellissime friulane in finale a Miss Mondo

  • Incidente mortale sulla strada Ferrata, tra Varmo e Morsano

  • Ex Cavarzerani, Fedriga: "Cacciateli subito". Si pensa a nuove aree di accoglienza

  • A Trieste "rischio" riammissioni in Slovenia, ecco perché i migranti arrivano a Udine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento