In casa aveva 55mila file pedopornografici: arrestato un 38enne di Taipana

L'uomo conservava e diffondeva immagini crude, con bambine vittime di abusi anche in tenerissima età. Ne traeva profitto tramite delle inserzioni pubblicitarie. È stato colto in flagranza di reato

Un 38enne disoccupato, residente a Taipana, è stato arrestato in flagranza in flagranza per detenzione e diffusione di materiale pedopornografico. L’uomo era destinatario di due distinte attività d'indagine, condotte rispettivamente dai Compartimenti Polizia Postale e delle Comunicazioni di Catania e di Torino. 

IL “METODO”. Il soggetto - attivo in rete da diverso tempo - si procurava il materiale e, dopo averlo catalogato e selezionato, lo metteva a disposizione degli utilizzatori della rete mediante spazi web e blog da egli steso creati e gestiti. Quando i gestori degli spazi web si accorgevano dei contenuti illeciti e provvedevano a sospendere il servizio, l'uomo li ripristinava. Nel corso della perquisizione, disposta dalle Procure Distrettuali di Catania e Torino (l’operazione ha coinvolto altre realtà nella penisola), è stato rinvenuto un ingente quantitativo di materiale pedopornografico, circa 55 mila tra immagini e video catalogati per genere, con contenuti particolarmente crudi riguardanti anche bambine in tenerissima età coinvolte in abusi sessuali con adulti ed in alcuni casi con animali. 

IL GUADAGNO. L’indagato è stato sorpreso dagli agenti nell'atto di condividere tale materiale con altri utenti della rete secondo una modalità che gli permetteva di procurarsi anche un guadagno mediante un articolato sistema di collegamenti associati alle immagini ed ai video che pubblicizzava attraverso un proprio blog. Il guadagno di alcune migliaia di euro, scaturiva da banner pubblicitari anteposti e mostrati agli internauti dello spazio web che riconduceva poi ai contenuti illeciti. A Catania l'indagine è stata avviata a seguito di segnalazione dell'Associazione Meter di Don Fortunato di Noto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

Torna su
UdineToday è in caricamento