La città si stringe attorno a Giulio Melilla, uno dei suoi riferimenti sportivi

Simobolo della pallacanestro cittadina,ricoverato da una settimana a causa di un ictus

Coach Melilla assieme a un gruppo di ragazzi in un camp estivo

Ancora non c'è l'ufficialità - come diffuso in mattinata e poi smentito -, ma questo pomeriggio la commissione medica si riunirà per accertare la morte di Giulio Melilla all’ospedale Santa Maria della Misericordia, dove era ricoverato da una settimana a causa di un ictus. Personaggio epocale della pallacanestro udinese, sia come giocatore che come tecnico. Originario di San Severo - in provincia di Foggia - cresciuto a Ortona - nelle Marche -, a Udine aveva trovato la sua dimensione, insegnando educazione fisica in diversi istituti della provincia. Se ne va un pezzo di sport autentico, genuino, dai tratti a volte caricaturali, e per questo fantastico da raccontare, da vivere e da sostenere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

  • "Continuate a cenare tranquilli, noi vi rapiniamo casa"

  • Ultrà friulano aggredisce supporter della squadra avversaria e scappa

  • Incidente mortale a Faedis, la vittima è il 56enne Michele Cabas

Torna su
UdineToday è in caricamento