menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minaccia l'ex amica e amante del marito, finisce denunciata per spaccio di droga

Una friulana ha scoperto la relazione extraconiugale del marito e ha cominciato a perseguitare l'amante che ha così sporto denuncia per diffamazione. Perquisendo casa dei coniugi in cerca di prove, i carabinieri hanno però trovato anche droga e anabolizzanti fuori commercio

Una storia di cronaca che è quasi un romanzo, quella che hanno scoperchiato i carabinieri della stazione di Udine Est in questi giorni. Da una denuncia per diffamazione a causa di una storia di tradimento, infatti, i miltari dell'Arma hanno proceduto al differimento per minacce, ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti una coppia di coniugi residenti a Udine, scoperti con droga, bilancini e anabolizzanti non commercializzati in Italia in quantità sospette.

I fatti

Per sbrogliare questa matassa, bisogna partire dal principio, ovvero dal momento in cui una donna friulana, sposata con un siciliano, ha scoperto la relazione extraconiugale di quest'ultimo con una sua amica intima, una donna di 30 anni di origine albanese. Frugando nel telefono del consorte, infatti, la donna ha trovato delle fotografie che ritraevano il marito e la 30enne in atteggiamenti inequivocabili, scoprendo così il tradimento non solo dell'uomo ma anche di quella che credeva essere una sua amica. Non riuscendo a perdonare a quest'ultima il fatto di aver avuto una relazione con il marito, la donna ha così cominciato a diffamarla e a minacciarla in diversi modi, soprattutto attraverso Facebook, raccontando a tutti dell'infedeltà dei due. La 30enne, ormai ex amica della donna, ha così sporto denuncia non solo per le minacce di morte, ma anche a seguito del perseguimento ai suoi danni messo in atto dalla moglie del suo amante

La denuncia

Una volta presentanta denuncia ai carabinieri della stazione di Udine Est, questi si sono procurati un regolare mandato per perquisire l'abitazione della copiia di coniugi, al fine di accertare attraverso il controllo di telefoni e pc se sussistessero o meno gli estremi per il deferimento. Una volta nell'abitazione dei due, però, quello che scoprono i militari dell'Arma va ben oltre l'aspettato.

La scoperta

Oltre ad accertare le minacce perpetrate per via telematica, fatto che ha confermato la denuncia per diffamazione e minacce, i carabinieri hanno inaffo rinvenuto e sequestrato 2 grammi di cocaina, 1,5 grammi di hashish, 2 bilancini, oltre a 19 fiale e 20 compresse di sostanze anabolizzanti non commercializzate in Italia ed acquistate online e recapitategli dalla Cina, dalla Moldavia ed Ucraina. La coppia ha attesta l'uso personale di tutte le sostanze, ma dovranno dimostrare i fatti.

Le conseguenze

La rabbia della moglie tradita le si è ritorta contro, visto che i carabinieri l'hanno così denunciata non solo per diffamazione e minacce, ma anche per ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Per questi ultimi due reati è stato deferito in stato di libertà anche il marito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento