menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Liberalizzazioni: farmacie chiuse per protesta il primo febbraio

Confermata la serrata anche il Friuli Venezia Giulia. I rappresentanti di Federfarma non escludono altri giorni di chiusura nel caso in cui la situazione non dovesse essere modificata

I farmacisti italiani ''sono pronti a nuovi scioperi'', dopo la serrata del primo febbraio, se il Governo non cambiera' posizione sulle liberalizzazioni delle farmacie. Lo ha annunciato oggi il tesoriere di Federfarma, Alessandro Fumaneri, presentando a Trieste l' astensione dal lavoro.

Il primo febbraio, in serata - ha annunciato Fumaneri - e' previsto un incontro convocato dal ministro della Salute, Renato Balduzzi.

In Friuli Venezia Giulia per Fumaneri "si avrà un'apertura discriminata, con un aumento che potrebbe raggiungere il 40-50%", vale a dire "almeno cento unita'". I farmacisti evidenziano che in Fvg il numero delle farmacie "é già superiore alla media europea".

(ANSA)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus FVG, 208 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento