menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Doppio intervento della Polizia, sventati due suicidi. Un agente ferito

Il primo caso si è verificato su un ponte posto tra Tolmezzo e Verzegnis, dove un anziano è stato fatto desistere dal compimento del gesto estremo. Nel secondo è stata soccorsa una residente udinese che aveva ingerito barbiturici

Due episodi di tentato suicidio sono stati sventati ieri, lunedì 18 giugno, grazie al pronto intervento degli agenti di Polizia. Entrambi i casi sono stati gestiti e risolti nella maniera migliore, grazie alla competenza del personale intervenuto.

In Carnia

Il primo intervento ha permesso di evitare che un anziano si gettasse dal ponte Avons, situato tra Tolmezzo e Verzegnis. Una situazione familiare e sociale, difficile da risolvere, aveva indotto verso l’insano gesto l’uomo che è stato raggiunto dagli agenti mentre era in bilico tra il bordo del ponte ed il vuoto. Avvicinato dai poliziotti del Commissariato di P. S. di Tolmezzo, a seguito della segnalazione di una passante, con esemplare accortezza e pazienza hanno fatto desistere lo stesso dal lasciarsi cadere.

A Udine

Nello stesso momento in cui si verificava il caso di Verzegnis, a Udine una donna veniva salvata dagli agenti della Volante della Polizia di Stato di Udine dal tentativo di suicidio indotto da un abuso di barbiturici. La segnalazione era giunta da una conoscente della stessa che, impensierita per gli intenti che l’amica le aveva confidato e preoccupata per l’improvviso silenzio, ha deciso di telefonare alle forze dell'ordine. Non hanno perso tempo gli agenti che, dopo i vani tentativi di mettersi in contatto con la donna, non hanno esitato ad introdursi nell’abitazione sollevando la tapparella della finestra, manovra che, per la fretta di agire, ha procurato ad un poliziotto la contrattura al braccio destro. Alla signora, trovata all’interno del suo alloggio riversa sul letto, gli agenti hanno praticato le prime manovre di rianimazione, con il costante contatto telefonico con l’operatore del 118 che a sua volta ha potuto capire la gravità della situazione dalla chiarezza delle comunicazioni. Trasportata in ospedale, la donna è stata sottoposta alle cure mediche e successivamente dichiarata fuori pericolo. Immediato l’intervento dei poliziotti, che, senza indugi e con procedure chiare e mirate, ha permesso di risolvere il caso in pochi attimi, attimi preziosi per la salvezza della persona viste le massicce dosi dei medicinali ingerite. 

Le difficoltà 

In ogni quotidiano turno di servizio della Volante, ciascun intervento compiuto dagli equipaggi assume una particolare importanza, ma quando capita di essere chiamati a gestire situazioni delicate e difficili come quelle di salvare dal precipizio persone tanto disperate, non si possono commettere errori di valutazione, imprecisioni negli approcci alle persone in difficoltà, altrimenti i passi falsi nella conduzione del percorso per la salvezza della persona risulterebbero fatali; mai come in tali casi la professionalità e la sensibilità, di cui gli agenti delle Forze dell’Ordine sono dotati, diventano fondamentali per evitare il peggio.

A chi chiedere aiuto

Sono attivi alcuni numeri verdi a cui chiunque può rivolgersi per avere supporto e aiuto psicologico:
Telefono Amico 199.284.284
Telefono Azzurro 1.96.96
Progetto InOltre 800.334.343
De Leo Fund 800.168.768

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento