rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Incidenti stradali

Giovani uccise in autostrada, il conducente dell'auto killer già condannato per guida in stato di ebbrezza

L'avvocato: "Resteremo in silenzio in ossequio alla tragedia che ha colpito queste famiglie"

Il cittadino di origine bulgara che due giorni fa ha causato un incidente stradale sull'autostrada A28, provocando la morte di due giovani donne, ha già riportato tre condanne definitive, di cui una per guida in stato di ebbrezza. Lo ha reso noto il procuratore di Pordenone, Raffaele Tito, precisando che l'uomo "in caso di condanna non potrà in nessun caso beneficiare della sospensione condizionale della pena".

L'avvocato

"Non è tempo di dichiarazioni, ma di rispettoso silenzio per le vittime di questo incidente e il loro tremendo dolore": lo ha detto, all'agenzia Ansa Gianni Massanzana, avvocato del 61enne, da tempo residente a Pordenone, in carcere a Udine con l'accusa di omicidio stradale, omissione di soccorso e fuga. Al momento del fermo, l'uomo aveva un tasso alcolico tre volte oltre il limite consentito. "Nel pomeriggio incontrerò il mio assistito per delineare la strategia difensiva – ha aggiunto il legale –, ma la nostra linea non cambierà. Resteremo in silenzio in ossequio alla tragedia che ha colpito queste famiglie".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani uccise in autostrada, il conducente dell'auto killer già condannato per guida in stato di ebbrezza

UdineToday è in caricamento