menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sfondata con l'auto la vetrata di un locale: 30mila euro di danni, ma è già riaperto

L'incidente all'alba a Povoletto. Nonostante il disagio l'attività lavorativa non si ferma

Erano le 5 del mattino quando un suv si è schiantato contro la vetrata del ristorante-pizzeria Arcadia di Salt, frazione di Povoletto. Ingenti i danni al locale, che è riuscito nonostante tutto a riprendere subito il lavoro.

Il fatto

L'auto, con a bordo un giovane del luogo, proveniva dalla rotonda sul ponte del Torre e stava andando verso il centro di Povoletto, lungo la ex provinciale 15. A causa, probabilmente, di un colpo di sonno del conducente, il veicolo si è schiantato sulla facciata del locale. "Con lo schianto la macchina ha distrutto tutto, l'ingresso, i serramenti, il cartongesso e ha causato alcuni danni anche all'interno – fanno sapere i titolari dell'Arcadia –. Tavoli e sedie sono ifniti all'aria, si calcola un danno di circa 30mila, ma per fortuna non c'era nessuno a quell'ora, altrimenti sarebbe andata ancora peggio".

Il risveglio

I proprietari, che avevano da pochi anni ristrutturato il ristorante, si sono svegliati di soprassalto, insieme ai vicini. La famiglia, infatti, vive con i propri figli al piano superiore. "Ci siamo svegliati a causa del forte rumore e siamo scesi per controllare cosa fosse successo. Abbiamo ricevuto subito delle chiamate dai nostri vicini, che ci hanno avvisato dell'incidente". Una volta scesi, i due hanno visto l'auto incastrata all'ingresso. All'interno dell'abitacolo, però, non c'era nessuno.

Rintracciamento

"Il conducente era scappato subito dopo l'impatto, abbiamo chiamato le forze dell'ordine che lo hanno rintracciato dopo poco tempo grazie alla targa", fanno sapere i titolari.

lavori-13

Subito al lavoro

"Abbiamo già ripreso a lavorare con il servizio del pranzo", dicono. Il ristorante, infatti, può contare su un secondo ingresso, posto sul retro. "Abbiamo cercato di ripristinare subito il servizio, perché già il lavoro è quello che è, e ci stavamo appena riprendendo. I disagi ci sono, ma andiamo avanti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quasi 700 contagi e 26 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento