GustoCarnia porta il frico nelle zone terremotate

Preparata ad Amatrice una cena a base di frico e polenta

Accogliendo l’invito delle istituzioni delle zone terremotate, i ristoratori e i produttori di “GustoCarnia”  hanno tenuto in Centro Italia il loro corso di formazione extraregionale, grazie anche alla collaborazione dei presidenti di Federalberghi Rieti Francesco Marinetti e di Confcommercio Rieti Leonardo Tosti, che hanno organizzato la visita e messo a disposizione l’accompagnatore Fabrizio Chinzari.

Diversi gli incontri, in particolare a Leonessa e Amatrice, con imprenditori che vivono una situazione ancora incerta dal punto di vista commerciale e turistico. Nessuno dei 24 locali di ristorazione del territorio è oggi in servizio; Patrizia Pica e Settimio Calandrella (presente a un recente show cooking di "Cucinare" a Pordenone), proprietari di un Caffè Ristorante, non hanno più nulla; i produttori rimasti sono costretti a operare in box, un’economia di sussistenza vicino a stalle ben avviate e ora da demolire.

Ad Amatrice, i ristoratori di “GustoCarnia” hanno allestito una veloce cucina e una cena a base di frico e polenta. L’esperienza, molto positiva nonostante le problematiche conseguenza del sisma, ha permesso alla delegazione friulana di portare un concreto aiuto, ma anche di verificare come altri territori affrontino l’economia di montagna.

GustoCarnia porta il frico nelle zone terremotate-4

GustoCarnia porta il frico nelle zone terremotate-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg con il fiato sospeso per il mini-lockdown, la lista dei comuni a rischio

  • Covid: 1197 contagi in un giorno e 13 nuovi decessi, è spettro zona rossa

  • Covid e bombole d'ossigeno, l’azienda friulana: «Non riceviamo ordini da mesi»

  • Nuova ordinanza della Regione, ecco cosa non si può più fare

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Acquisti fuori dal Comune di residenza: le precisazioni sugli spostamenti

Torna su
UdineToday è in caricamento