Più di mille confezioni di crema mani per gli operatori sanitari: la donazione di From Julia

L'azienda ha deciso, nonostante il momento di crisi, di donare agli operatori sanitari del Friuli Venezia Giulia un migliaio di confezioni di crema per le mani alla canapa e Cbd

Un migliaio di confezioni di crema per le mani alla canapa e Cbd per gli operatori sanitari del Friuli Venezia Giulia. Nonostante il momento di crisi, è questa la donazione che From Julia ha voluto fare per chi, ogni giorno, lavora in prima linea per combattere il coronavirus.

La donazione

Federico Cantone, amministratore delegato di From Julia, ha deciso di fare questo regalo dopo essersi confrontato con alcuni medici. "E' emerso come soprattutto in questo periodo, la salute delle mani, strumento primario di lavoro, sia davvero importante. Turni di lavoro massacranti, innumerevoli cambio guanti, disinfettanti e igienizzanti aggressivi, lavaggi frequenti, portano a screpolature, piaghe e dolori diffusi". Da qui, l'idea della donazione.

La solidarietà

Chiedendo anche la collaborazione e la partecipazione del suo fornitore (Frada Srl, produttore del marchio di cosmetici biologici funzionali Hemphilia®), Federico ha deciso di donare un migliaio di crema per le mani alla canapa e Cbd, "con una formula particolarmente protettiva e ricostituente (Made in Italy) da indirizzare a detti operatori sanitari".

La richiesta

Per poter ricevere indicazioni di quali siano le strutture pubbliche locali più indicate per ricevere questa donazione, Federico ha provveduto a notificare la sua disponibilità al governatore Massimiliano Fedriga, all'assessore Riccardo Riccardi, al presidente terza commissione Moras e vice presidente Liguori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le difficoltà

"E' uno sforzo enorme per le nostre aziende, considerando le traversie e le difficoltà che stiamo affrontando in questo periodo di emergenza, ma ci sentiamo in dovere di farlo perché siamo sicuri che se tutti fanno, nel possibile, la propria parte, riusciremo non solo a superare gli ostacoli e a ritornare presto alla desiderata normalità, ma probabilmente a trarne anche un impulso positivo per il futuro dell'intera collettività", conclude Cantone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • La Slovenia chiude nuovamente il confine con l'Italia, anche il Fvg è considerato zona rossa

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Coronavirus, positivi alla Quiete, in ospedale a Palmanova, Udine e San Daniele

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento