rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Polizia di Frontiera, controlli su treni ed autostrade: cinque arresti e diverse denunce in FVG

Negli ultimi due mesi sono stati diversi gli interventi posti in essere dagli agenti della Polizia di Frontiera del FVG. I controlli, effettuati in particolari sui treni ed in prossimità dei valichi autostradali, hanno permesso di arrestare e denunciare diversi malviventi

La Polizia di Frontiera di Tarvisio prosegue con successo le attività di prevenzione e regressione del favoreggiamento all'immigrazione clandestina.

Diversi gli interventi resisi necessari negli ultimi mesi.

Gli arresti

Un uomo, di origini afghane, è stato arrestato lo scorso 3 settembre a bordo di un treno proveniente dall'Austria: su di lui pendeva una condanna, emessa dal Tribunale di Bolzano, a due anni di reclusione e 8000 euro di multa per spaccio

Un secondo cittadino, di origini albanesi, lo scorso 17 settembre è stato arrestato in prossimità dell'ex valico autostradale di Coccau-Arndoldstein. L'uomo, che viaggiava su un'auto con targa italiana e in direzione Italia, mostrava evidenti segni di nervosismo: dopo alcuni controlli gli agenti hanno scoperto un decreto di espulsione a suo carico. L'uomo è stato arrestato.

Un altro arresto è stato posto in essere a bordo di un treno proveniente dall'Austria e diretto a Firenze. Grazie ai controlli effettuati dagli agenti lungo il tragitto è stato possibile scoprire, grazie ad alcune incongruenze presenti sulla carta d'identità presentata dall'uomo, che lo stesso era stato colpito da precedente decreto di espulsione. E' stato arrestato per non aver rispettato l'obbligo e per falso documentale.

Il 1 novembre, un quarto cittadino di origini rumene inverce, è stato fermato ed identificato mentre attraversava, a bordo di un autobus, il valico autostradale di Ugovizza. Dopo alcuni accertamenti è emerso che l'uomo risultava già colpito da un provvedimento per il reato di truffa. Sconterà ora quattro mesi di reclusione.

Un'ultima persona infine, lo scorso 9 novembre, è stata identificata ed arrestata su segnalazione della Questura di Udine. Protagonista della vicenda un cittadino rumeno che alloggiava all'interno di una struttura ricettiva nel Tarvisiano. L'uomo si era reso responsabile dei reati di furto e furto aggravato.

Le denunce

Non solo arresti: negli ultimi mesi sonon state 11 le estradizioni dal territorio Austriaco e cinque dall’Italia verso l’Austria e la Slovenia. 

Diverse anche le denunce.

Lo scorso 15 settembre, in Via Vittorio Veneto, in prossimità della pizzeria Friuli, alcune persone che millantavano disabilità, inducevano i passanti a devolvere una somma ad un'associazione no profit. Al momento dell'arrivo della Polfer di Tarvisio, sono state due le persone fermate e successivamente anche una terza, che si era data alla fuga. Si tratta di cittadini rumeni dediti alla truffa. Sono stati denunciati e le somme, illecitamente ottenute, sequestrate.

Un ulteriore episodio si è poi verificato allo svincolo autostradale di Udine Nord dove, all'interno di un'autovettura, due persone avevano favorito l'ingresso illecito di un cittadino turco. Sono stati denunciati e sono indagati in stato di libertà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia di Frontiera, controlli su treni ed autostrade: cinque arresti e diverse denunce in FVG

UdineToday è in caricamento