Cervignano Film Festival, i vincitori dell'edizione 2016

Il Cervo d’oro è stato assegnato alla regista svedese Isabella Carbonell. A Toni Capuozzo il Cervo d’oro alla carriera

“Pojkarna (Boys)”, della regista svedese Isabella Carbonell, vince l’edizione 2016 del Cervignano Film Festival. Il cortometraggio, cui è stato assegnato l’ambito “Cervo d’oro” e anche il “Premio per la migliore regia”, affronta un tema difficile, quello dell'abuso sessuale tra minori, con coraggio, sicurezza e sensibilità. I giovani protagonisti si mostrano al pubblico nella loro fragilità, evitando risposte facili e scontate.

Le 21 opere che hanno partecipato al concorso internazionale per cortometraggi e documentari – scelte tra le oltre 300 che hanno partecipato alla selezione - sono state valutate da una giuria presieduta da Nicoletta Romeo, nota produttrice cinematografica e co-direttrice del Trieste Film Festival, assieme al regista goriziano Cristian Natoli e ad Alberto Farina, storico del cinema, responsabile della programmazione per Rai Movie e autore dell’eccezionale recupero del doppiaggio de “I cancelli del cielo” di Michael Cimino.

Il “Premio della giuria” è stato assegnato a “Have sweet dreams” (Romania – Italia), di Ciprian Suhar, mentre il premio del pubblico è andato al corto “Hashtag” (Italia), di Marco Scuderi. Premio per la miglior sceneggiatura a Shahrzad Dadgar per “500 Ounces of Gold” (Iran). Alla Spagna, invece, il riconoscimento per la migliore fotografia, consegnato a Luis Fuentes per “They Will All Die in Space”, e per la miglior production design, a Idoia Esteban per “They Will All Die in Space”.

E’ francese il miglior montaggio: Arthur Muller e Aurélie Cartron con “Nana”. Miglior interprete femminile Eman Moustafa per “Rabie Chetwy” (Egitto) mentre il miglior interprete maschile dell’edizione 2016 è Michal Wodarczyk per “Adaptacja” (Polonia). Premio alla carriera al giornalista Toni Capuozzo. Ospitato in una terra che è da sempre frontiera e incrocio di culture, il Cervignano Film Festival, concorso internazionale di cortometraggi e videoclip, è organizzato dal Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricreatorio San Michele, in collaborazione con il Comune di Cervignano e con il contributo della Regione. Tanti i riconoscimenti per il premio Michel Gondry, dedicato ai videoclip musicali. La giuria, composta dal giornalista Andrea Ioime, assieme al compositore Luca Ciut e al musicista Lucas Pavan, ha decretato il vincitore tra i 16 partecipanti.

Ha vinto il Cervo d’oro  “Ti sembra normale” di Max Gazzè (regia di Jacopo Rondinelli). Premio della giuria a “Vanillacola” dei Niagara (regia di Andrea Daddi), miglior videoclip Fvg “La principessa e il pirata” dei Cinque uomini sulla cassa del morto (regia di Filippo Di Primio) e menzione speciale a “None none nanna” di Valerio Daniele (regia di Egidio Marullo). Per la sezione “Finestra sul cinema Fvg” premio per il miglior film a “La santa che dorme” di Laura Samani. Infine, miglior film scolastico a “Imperfection” del Liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Pescara (regia di Paolo Calcagni).

Domenica gran finale. A partire dalle 16, in Sala Aurora, “Cervignano Film Festival Rewind”, proiezione di tutte le opere vincitrici. Alle 20.30, al teatro Pasolini, un evento particolarmente atteso: proiezione del film “I cancelli del cielo” di Michael Cimino (1980), nella versione “director’s cut” in italiano, con doppiaggio originale e sottotitoli per le parti integrate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude il Caffè dei Libri. Per i titolari è stato "un incubo crudele"

  • Locale da incubo invaso dai topi e dai loro escrementi

  • Il Malignani rischia la chiusura: scuola, Comune e sindacato uniti per evitarlo

  • Scomparso tra Sappada e Forni Avoltri, trovato il corpo nel letto del Piave

  • AAA Gestore di rifugio montano cercasi

  • Il guru della pasticceria contemporanea Biasetto ha aperto a Udine

Torna su
UdineToday è in caricamento