rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Caso di tubercolosi a Udine, ora controlli su amici e parenti della paziente

I sospetti di tbc hanno trovato conferma. E' la tubercolosi ad aver colpito la donna ricoverata al Santa Maria della Misericordia. I micobatteri della malattia infettiva hanno attaccato i suoi polmoni

La donna ricoverata da due giorni nel reparto Malattie infettive dell'ospedale di Udine è affetta da tubercolosi bacillifera. A confermare i primi sospetti, emersi dalla tac al torace, le ulteriori analisi effettuate dall'equipe medica diretta dal dottor Matteo Bassetti che, non trovando miglioramenti alla terapia somministrata alla paziente per i sintomi di polmonite, hanno immediatamente predisposto i successivi approfondimenti. La donna ora si trova in isolamento e ha iniziato la terapia antibiotica somministrata dai sanitari udinesi che ora si attiveranno attraverso il Dipartimento di prevenzione per far svolgere degli approfonditi controlli fra le persone “a rischio” venute a contatto con la ammalata. 

La probabile causa

La signora aveva svolto assistenza domiciliare presso l'abitazione di un parente stretto della pediatra di Trieste che, nei mesi scorsi, non sapendo di essere ammalata di tbc, aveva continuato a lavorare e a frequentare pazienti, amici e famigliari. Saranno solo le indagini sul dna, in corso d'opera, a stabilire se il batterio, che si trasmette per via aerea attraverso colpi di tosse o starnuti, sia collegato o meno alla dottoressa triestina e a verificare se ci sia un collegamento diretto con quel caso. Risulta inoltre che la donna non si fosse presentata al secondo richiamo per uno screening che aveva dato risultati negativi durante la prima fase di controllo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso di tubercolosi a Udine, ora controlli su amici e parenti della paziente

UdineToday è in caricamento