menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da adesso anche i maiali avranno la loro "carta d'identità" personale

È entrato in funzione lo scorso 2 dicembre un portale gestito dall'Istituto qualità Nord-est di San Daniele, con lo scopo di tenere un data base con tutti i dati relativi ai suini destinati alla macellazione

Un portale progettato in Friuli, entrato in funzione dal 2 dicembre scorso e realizzato dall'Istituto Nordest Qualità - Ineq - di San Daniele del Friuli, permetterà di conoscere la "carta d'identità” di ogni suino macellato.

Tra i dati messi a disposizione dal sistema ci sarà il "peso morto" della carcassa, impiegato a livello europeo per determinare il prezzo corrisposto agli allevatori. "Al di là di questo indubbio vantaggio di prospettiva - ha commentato all’agenzia Ansa il direttore di Ineq Francesco Ciani - chi alleva gli animali potrà comunque sapere subito quali e quanti capi potranno essere utilizzati per le Dop (San Daniele, Parma) che costituiscono il traguardo economico su cui si fonda la suinicoltura italiana".

Il database allestito presso Ineq per l'archiviazione e la consultazione personalizzata delle informazioni relative all'attività di macellazione dei suini e di classificazione delle relative carcasse è in grado di presentare distintamente per ogni singola carcassa di una determinata partita tutte le informazioni di dettaglio relative al peso, allo spessore del grasso e del magro, alla percentuale di carne magra calcolata con le metodiche ufficiali e la conseguente categoria di pezzatura, fino alla corrispondente classe.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento