Cronaca

Prima chiede aiuto perché si è persa, poi lo rifiuta e alla fine bisogna salvarla

Una 55 enne di Trieste è stata messa in sicurezza dagli uomini del Soccorso alpino di Sappada, operativi con 13 elementi

Immagine d'archivio

Una cinquantacinquenne di Trieste è stata raggiunta intorno alle 18 dalla stazione del Soccorso alpino di Sappada dopo una sua richiesta di aiuto arrivata alla centrale operativa tramite il NUE112 verso le 17.10. La donna, arrivata nel centro delle Dolomiti in corriera da Trieste al mattino presto, era partita da Cima Sappada imboccando l'ex mulattiera che conduce ai Laghi d'Olbe. Lungo il percorso aveva perso l'orientamento a causa della nebbia, chiamando per chiedere aiuto. In un contatto successivo ha riferito di aver raggiunto uno ski-lift e di non aver più bisogno di aiuto ma, né le sue indicazioni, né il tentativo di individuare con precisione la sua posizione, portavano ad un punto preciso. Immaginando un ampio terreno da perlustrare la stazione di Sappada si è attivata con 13 tecnici che hanno potuto salire con la jeep fino al termine della strada - fortunatamente appena sgomberata dalla neve per manutenzione agli impianti - per Sappada 2000. La donna è stata caricata in auto e condotta in un albergo della località alpina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima chiede aiuto perché si è persa, poi lo rifiuta e alla fine bisogna salvarla

UdineToday è in caricamento