Cameriera 20enne accusa di palpeggiamenti il marito della sua titolare

Un 61enne è stato rinviato a giudizio con l'accusa di violenza sessuale. I fatti si riferiscono all'estate dello scorso anno

Un 61enne avrebbe palpeggiato il sedere di una giovane cameriera 20enne, dipendente del bar carnico gestito dalla moglie. Per questo fatto, risalente all’estate 2014, il marito della titolare del locale è stato rinviato ieri a giudizio dal gup con l'accusa di violenza sessuale.

Era stata la ragazza, pochi giorni dopo il presunto episodio, a denunciare l'accaduto ai carabinieri, raccontando pure di una serie di frasi volgari che l'uomo le avrebbe rivolto. Accusato dunque anche di molestie, l'uomo aveva pagato 258 euro di sanzione. Il giudice ha pronunciato il non luogo a procedere per estinzione del reato per questa parte delle accuse. A seguito della vicenda la ragazza, costituitasi parte civile, si era licenziata dalll’incarico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Incidente mortale a Tarcento, la vittima è un 39enne di Majano

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Razzia di tonno in scatola, fugge dalla Lidl con un bottino di 90 scatolette

  • Incidente mortale sulla Udine-Venezia, raffica di soppressioni e ritardi

Torna su
UdineToday è in caricamento