menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato albanese residente a Lignano per maltrattamenti

L'uomo, in Italia dal 2002, da anni ormai picchiava e violentava la moglie. La donna ha denunciato il marito che è stato catturato mentre tornava dall'Albania. Si è convinta a farlo dopo anni di sofferenze

Vivevano insieme in Italia dal 2002 Lindita e Ferdinand, i due coniugi albanesi protagonisti di questa vicenda. Si conoscono nel 1997 e si sposano nel 2001. Hanno due figli, e appunto dal 2002 convivevano, prima a Jesolo e poi a Lignano Sabbiadoro. Qui cominciano i maltrattamenti. Per difficoltà finanziarie dovute al gioco d'azzardo, per abuso di alcolici e forse per gelosia, dall'ottobre 2007 inizia l'incubo di Lindita. Percosse e violenze, anche sessuali. A seguito di queste violenze, la donna è rimasta incinta due volte, ed in entrambi i casi ha deciso di interrompere la gravidanza. Il piano del marito era infatti quello di procurarle una nuova gravidanza, per costringerla ad abbandonare il lavoro e fare così rientro in patria. Alla fine Lindita si è decisa a denunciare Ferdinand.

Gli uomini della squadra catturandi del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Udine ha subito individuato l'uomo in Albania. Grazie al Mandato di Arresto Europeo, l'uomo è stato catturato a bordo del traghetto "Michela" partito da Durazzo verso l'Italia. Il provvedimento restrittivo nei suoi confronti prevede 3 anni e 5 mesi di reclusione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

Covid, oggi in regione 336 positivi e 29 vittime

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento