Fermato con cinque cittadini russi senza documenti in auto, arrestato

Un uomo di origini russe è stato arrestato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina perché trasportava cittadini connazionali privi di documenti

Arrestato ieri, lunedì 23 settembre, un 47 enne cittadino russo, condannato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Ad agire personale della Polizia di Stato, con il coordinamento della locale Procura e della Direzione Centrale della Polizia Criminale, Servizio
per la Cooperazione Internazionale di Polizia.

I fatti

Nella giornata di ieri, personale della Questura di Udine in collaborazione con quello della Polizia di Frontiera di Roma Fiumicino, ha dato esecuzione all’ordine di carcerazione, emesso nel novembre 2018 dalla Procura della Repubblica di Udine, nei confronti di un 47enne cittadino russo.

La condanna

La condanna alla pena di 3anni, 11 mesi e 26 giorni di reclusione, è stata emessa a seguito del suo arresto, avvenutoil 25 novembre 2012, quando a Tarvisio veniva fermato alla guida di un veicolo con targa lituana. Nella circostanza erano stati identificati 5 cittadini russi, facenti parte dello stesso nucleo famigliare, e fra questi vi erano anche due minori. Dopo le verifiche del caso, veniva appurato che i trasportati erano tutti clandestini o comunque privi di titoli all’ingresso in Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'arresto

In seguito a quanto verificato, l'uomo era stato tratto in arresto per il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e dopo una breve custodia cautelare, si era però reso irreperibile in Italia. A seguito del provvedimento di condanna, le indagini hanno permesso di rintracciare il condannato in Germania, dove è stato fermato nei mesi scorsi in esito al Mandato di Arresto Europeo, predisposto dalla Procura di Udine.
L’uomo è stato associato presso la Casa Circondariale di Civitavecchia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aria salubre e sicura con la corretta manutenzione dei climatizzatori

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: chiarita la posizione del Paese

  • Un grande bar all'aperto: ecco la nuova Piazza San Giacomo a Udine

  • Coronavirus: quattro contagi in più a Udine, dodici in tutta la regione

  • Apre un nuovo locale: la focacceria Mamm si amplia e inaugura un forno bistrot

  • Fa entrare i clienti dal retro nonostante le restrizioni, interviene la Polizia

Torna su
UdineToday è in caricamento