Alimenti scaduti a minori: sospesa attività di casa famiglia

Dalle ispezioni dei carabinieri è emerso che ai giovani ospiti della struttura venivano dati latticini e bibite scadute

Fornivano ai ragazzi latte, bibite ed alimenti scaduti. È questo quanto hanno riscontrato i carabinieri del Nas di Udine, unitamente a personale del Nucleo Radiomobile, durante alcune verifiche fatte all'interno di una casa famiglia di Gemona del Friuli che ospita minori disagiati. 
Il titolare della struttura, un 57enne del posto, è stato denunciato ed è scattata anche la sanzione amministrativa di 6.440 euro.
Nel corso dell’ispezione è emerso che ai giovani ospiti veniva somministrato latte privo del termine minimo di conservazione, oltre all’assenza dell’autorizzazione alla somministrazione degli alimenti. In accordo con le autorità preposte, l'attività della struttura è stata sospesa e i 7 giovani ospiti sono stati destinati ad altre strutture

Appresa la notizia il sindaco di Gemona Paolo Urbani ha subito preso tutti i provvedimenti del caso intimando l'associazione a ripristinare quanto previsto da legge. Da quanto si è appreso, oltre agli alimenti andati a male, ad alcune bibite era stata cancellata la data di scadenza e parte del personale utilizzato nella casa famiglia non era in regola con i corsi di aggiornamento necessari. Nell'oridinanza il primo cittadino, visto quanto riscontrato dai carabinieri, ha chiesto di essere informato non appena tutto sarà nuovamente in regola per verificare lo stato della struttura.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quali patenti servono per guidare le macchine agricole?

  • Tira un pugno in faccia ad una donna incinta e fugge, sconcertante episodio a Friuli Doc

  • I migliori ristoranti dove mangiare pesce a Udine secondo TripAdvisor

  • Violento schianto in A34, muore bimba di quattro mesi

  • Danni alla "Tod's" dei Della Valle, processo in tribunale a Udine

  • Alla guida con un tasso d'alcol di 5 volte superiore al limite dopo un'allegra domenica a Friuli Doc, fermato

Torna su
UdineToday è in caricamento