Leggende del Friuli: la storia di Ginevra e Odorico

Una delle tante leggende della nostra regione che racconta la storia d'amore tra Ginevra e Odorico

Tra le tante e diverse leggende della nostra regione, c'è anche quella della storia d'amore tra Ginevra di Strassoldo e di Odorico di Villalta.

La leggenda

Ginevra era una giovane e bella ragazza che, nonostante l'età, era già stata promessa in sposa a Federico di Cuccagna. Entrambe le famiglie, visto la giovane età dei due figli, si accordarono di celebrare il matrimonio tra Ginevra e Federico quando questi sarebbero divenuti più grandi. Ma quanto giunse finalmente il tempo delle nozze, Ginevra dichiarò a tutti il suo amore per Odorico di Villalta, conosciuto poco prima a un ballo.

Nonostante l'accordo preso con la famiglia dei Cuccagna, il padre di Ginevra, volendole molto bene, acconsentì al suo matrimonio con il conte, rompendo così il patto. Nel 1344 i due amanti convogliarono a nozze. Quando Ginevra arrivò al castello di Villalta, però, fu imprigionata da Federico di Cuccagna, che, sentondosi tradito, aveva assediato il castello e scacciato Odorico. Federico, però, non riuscì nel suo intento: secondo la leggenda, infatti, prima che il ragazzo potè toccarla, Ginevra si tramutò in una statua di marmo.

Odorico, nel mentre, aveva radunato dei cavalieri a lui fedeli che lo aiutarono a riprendersi il castello e a uccidere il rivale in amore. Una volta finita la lotta, Odorico si mise alla ricerca della sua amata, ma trovò solo una statua in marmo che le assomigliava molto. In lacrime, abbracciò la statua, e per magia Ginevra ritornò umana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I giovani, però, non erano destinati a vivere felici per sempre. Poco dopo, infatti, Odorico partì per la guerra e non fece più ritorno. Ginevra non smise mai di aspettarlo, e secondo la leggenda, nelle notti di luna piena, ancora oggi si possono sentire i suoi lamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, una 28 enne finisce in terapia intensiva

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • Un friulano è "fotografo dell'anno" per National Geographic

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Non ce l'ha fatta il giovane Cristian, morto a soli 23 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento