Nuovo crollo a Palmanova, continua a franare il Patrimonio Unesco

Un cedimento di circa 12 metri quadrati si è verificato sul baluardo Contarini. Il sindaco Francesco Martines:"Fare presto con i fondi già acquisiti". Le immagini

Nelle scorse ore un nuovo crollo si è verificato fra le mura della città-fortezza riconosciuta patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco a luglio 2017. Circa 12 metri quadrati di laterizi si sono staccati dalla parete esterna del baluardo "Contarini", quello che si trova in asse con l'omonima contrada. Gli inerti e i cocci del primo e del secondo strato dell'incamiciatura della prima linea difensiva veneta, la più antica, si sono staccati rimanendo impigliati nella rete di sicurezza che era stata installata dopo i crolli verificatisi negli anni passati.

Le cause

La parete della fortificazione compromessa si trova a ridosso del fossato che inanella la prima stella a nove punte, sul fianco di una delle tante sortite nascoste che permettevano a cavalieri e milizie di uscire inosservati e in sicurezza all'esterno della prima cinta muraria. Le cause, come noto, sono innumerevoli, oltre alla - purtroppo - ovvia scarsità di denaro necessaria per un restauro completo: la vetustà dell'opera, la mancata manutenzione dell'enorme cinta difensiva (che, lo ricordiamo, con le fortificazioni napoleoniche conta 27 punte), il maltempo, l'erosione dovuta alle piogge, e gli effetti della vegetazione sulle mura.

Martines:"Fare presto con i fondi"

«Le risorse che servono sono ancora tante per intervenire in maniera radicale sui paramenti murari - ha commentato sconsolato il primo cittadino di Palmanova, Francesco Martines-. Questo non toglie che bisogna fare presto nell'utilizzare le risorse già acquisite, superando quelli che sono i blocchi e le procedure estremamente complicate e lunghe della legge sugli appalti e della contabilità pubblica, in particolar modo quando queste risorse vengono assegnate non direttamente al Comune ma  al Segretariato Regionale per il Mibact. Questi crolli dimostrano che non si può abbassare la guardia su un problema impellente, anche perchè il riconoscimento UNESCO ci impone continui  interventi di conservazione».

Gli ultimi crolli

Palmanova crolla, in frantumi il tetto dell'ex macello veneziano

Frana a Palmanova: cede una spalletta di un ponte del '500

Nonostante il riconoscimento Unesco continuano a franare le mura di Palmanova

Palmanova crolla, in frantumi il tetto dell'ex macello veneziano

Palmanova: ha ceduto un altro pezzo della cinta muraria

Palmanova crolla a pezzi. Il malore "premonitore" del ministro Franceschini

La pioggia fa crollare il cornicione della Loggia del Lionello

Palmanova, crolla un muro della fortezza veneta

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sanremo 2014: il momento di Palmanova VIDEO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • Fa entrare i clienti dal retro nonostante le restrizioni, interviene la Polizia

Torna su
UdineToday è in caricamento