Udine "Città della Poesia", altri volti osservano e colorano il centro

Il sogno di Simone Mestroni prende il volo. L'iniziativa culturale, artistica e d'immagine, lanciata dal giovane "riccardino" per la sua città, sta ricevendo consensi unanimi da parte di residenti e commercianti. Dopo Céline, disegnate altre due saracinesche

 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Dopo Céline, ritratto sull'edicola di Piazza San Giacomo, un altro volto è apparso da pochi giorni nel centro di Udine e un terzo sarà realizzato nelle prossime 12 ore.

Il 10 giugno scorso è comparso in piazza Venerio il ritratto del cantautore, regista e attore italiano Giorgio Gaber, accompagnato immancabilmente da una sua bellissima frase,"Un bambino crede nelle fate se ci credi anche tu" (in alto il video della realizzazione). E tra oggi e domani spunterà sulla saracinesca di un negozio di via Paolo Sarpi l'ultimo ritratto, ancora top secret.

Il sogno

Come già spiegato in un precedente articolo, se il centro si riempie sempre più di colori e aforismi lo deve al progetto immaginato dal 29enne Simone Mestroni, giovane disoccupato appassionato di letteratura e poesia che ha pensato di voler addobbare il cuore della città con i ritratti e le scritte dei più grandi letterati del Novecento. Un'iniziativa partita dal basso, nata per abbellire il capoluogo friulano e per occupare in maniera intelligente il proprio tempo a disposizione.

Ma se la politica - stranamente - non si è espressa su questo progetto ititolato "Udine città della Poesia” (né la precedente giunta né quella attuale hanno fatto dichiarazioni pubbliche in merito), i commercianti sembrano iniziare a rispondere positiviamente all'iniziativa che sta settimana dopo settimana il favore di residenti e turisti.

Udine

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento