Pedoni indisciplinati: alla guida bisogna stare attenti anche a loro

Il fatto di dover prevedere anche i comportamenti dei pedoni indisciplinati mentre si è alla guida del proprio veicolo è stato ribadito dalla Corte di cassazione

@ Immagine tratta da studio3a.net

La Corte di cassazione ha ribadito che quando si sta guidando il proprio veicolo su strada, bisogna essere in condizione di prevedere tutti i possibili comportamenti dei pedoni ed essere in grado, quindi, di evitare ogni possibile conseguenza.

L'obbligo

Questo obbligo di attenzione da parte del conducente del veicolo, è stato di nuovo ribadito dalla Corte di cassazione a inizio anno nella sentenza 52071. Questa, è relativa a una vicenda di omicidio colposo provocato da una persona alla guida di un veicolo e conferma le sentenze espresse in precedenza.

Cosa significa?

Andando al succo del discorso, mentre di guida l'obbligo di attenzione da parte del conducente del veicolo si sostanzia in tre comportamenti:

  • prestare attenzione alla strada dove si sta procedendo, o che si sta per imboccare.
  • Mantenere un costante controllo del veicolo in rapporto alle condizioni della strada e del traffico.
  • Prevedere tutte le possibili situazioni, in modo da non costituire pericolo per gli altri utenti e, in particolare, per i pedoni.

Prevedere

L'aspetto cardine della sentenza è il concetto di prevedibilità: alla guida bisogna cercare di prevedere la condotta dei pedoni e la possibilità di fare delle manovre di emergenza necessarie per evitare un incidente, ossia bisogna mettersi sempre nella condizione di poter evitare un incidente, anche quando il fatto è dovuto a un comportamento imprudente di un pedone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un malore improvviso la stronca a 31 anni, muore giovane mamma

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • Al supermercato con naso e bocca coperti, l'ultima ordinanza di Fedriga

  • L'Ospedale cerca personale sanitario, la Casa di Cura lo mette in cassa integrazione: è scontro

  • Triatleta corre 16 km in giardino «per le persone in prima linea per la nostra salute»

  • Non resiste alla quarantena, apre il bar e si trova con gli amici

Torna su
UdineToday è in caricamento