Sale sul tetto di casa e spara nella notte dopo aver aggredito un giovane

Il protagonista della vicenda è un 22enne di nazionalità albanese, che la settimana prima aveva picchiato un uomo colpevole di avergli rivolto uno sguardo

È salito sul tetto di casa - da ubriaco  - e ha cominciato a inveire e sparare colpi di pistola a salve. Il fatto si è verificato intorno all'una della notte tra venerdì e sabato, nella frazione udinese di Godia.

In poco tempo decine di residenti, spaventati, hanno intasato la centrale del 113 per segnalare l'accaduto. Protagonista della vicenda un giovane albanese di 22 anni, sottoposto alla misura di sorveglianza speciale, perché una settimana fa aveva aggredito un friulano in borgo stazione a Udine, colpendolo con due testate al volto e prendendolo a calci e pugni solo per aver rivolto lo sguardo dalla sua parte mentre fumava una sigaretta in strada.

È stata la madre del giovane a far entrare la Polizia in casa, per far scendere il figlio dal tetto. In pugno aveva una Beretta del modello in uso alle forze dell'ordine, priva del tappo rosso e con due cartucce, di cui una ancora all'interno. L'arma è stata sequestrata e il giovane è stato denunciato per disturbo del riposo delle persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • Minorenne al volante per un giro con sette amici si schianta e muore a 15 anni

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

  • Taylor Mega ubriaca in diretta tv: "sono friulana, l'alcol dovrei reggerlo"

  • Chi era Daniele Burelli: aveva una passione profonda per le auto e i motori

Torna su
UdineToday è in caricamento