Come e quando pulire la cappa della cucina

Una breve guida alla corretta pulizia e manutenzione della cappa per evitare la diffusione di cattivi odori in cucina

@ Immagine tratta da hellohome.it

La pulizia periodica della cappa in cucina è fondamentale per evitare la diffusione di cattivi odori e per eliminare germi e batteri. Questa pulizia accurata deve essere svolta almeno una volta al mese.

Cosa funziona la cappa

La cappa contiene al suo interno un filtro di assorbimento, molto utile quando si sta cucinando, perché impedisce che i cattivi odori si diffondano nell'ambiente. Questo filtro, però, ha bisogno di una corretta manutenzione e pulizia per poter funzionare sempre bene. Questo, infatti, con i mesi tende a impregnarsi di unto, comportando una limitazione nell'efficacia aspirante e producendo, di conseguenza, cattivi odori.

Come pulire la cappa

Per prima cosa, bisogna sostituire il filtro, quindi bisogna acquistare un filtro nuovo. Per sostituirlo, bisogna svitare o smontare (dipende dai modelli) la griglia della cappa. Una volta tolta, bisogna togliere il vecchio filtro e lavare la griglia con acqua e sapone. Se questa è tanto unta, si può anche lasciare in un contenitore con acqua calda, un bicchiere di aceto e un paio di cucchiai di bicarbonato per circa mezz'ora. Una volta pulita la griglia, si posiziona il nuovo filtro nella cappa e si richiude. Il filtro va cambiato ogni tre mesi circa. Per le parti esterne della cappa, invece, si può usare un comune sgrassatore, da spruzzare su tutte le superfici al fine di sciogliere lo sporco presente. Infine, risciacquare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aloe vera: tutti i benefici della super pianta

  • Lanterne in giardino: alcune idee per la casa

  • Cantinetta del vino in casa, quale scegliere

  • Come liberarsi della sabbia in casa

Torna su
UdineToday è in caricamento