rotate-mobile
Volley

CDA Talmassons, parla coach Barbieri: "Le ragazze non devono mai accontentarsi"

La squadra sta dimostrando di meritare le prime posizioni in A2, ma l'allenatore vuole affrontare una partita dopo l'altra

In attesa della ripresa del campionato (rinvio partita contro PVT Modica del 16/01 e successivo turno di riposo) la CDA Talmassons ha voluto fare il punto della situazione andando ad intervistare coach Leonardo Barbieri riguardo la condizione della squadra e il prosieguo del campionato.

Questa “pausa” forzata ci permette di prendere fiato e trarre qualche considerazione sul percorso fatto finora dalla squadra. Come vede il gruppo?

Sicuramente il gruppo è forte, fatto di ragazze serie che riescono a vivere perfettamente la simbiosi fra professionismo e divertimento, e questo ha permesso che si creasse un’importante alchimia di gruppo dove tutte riescono ad esprimersi a livelli migliori. Bisogna anche dire che la società ci ha aiutato molto quest’anno gestendo in modo ottimale l’intera logistica che gravita attorno alla squadra, dagli alloggi alla disponibilità delle strutture di allenamento, permettendo di facilitare notevolmente il lavoro dello staff. Quindi approfitto per ringraziare la società che ha voluto dare ulteriore peso nell’organizzazione, cercando di migliorarsi a 360 gradi, dal settore tecnico a quello logistico e anche medico, tutti fattori che ci hanno permesso di fare un grosso salto di qualità. Quindi approfitto per ringraziare la società che ha voluto dare ulteriore peso nell’organizzazione, cercando di migliorarsi a 360 gradi, dal settore tecnico a quello logistico e anche medico, tutti fattori che ci hanno permesso di fare un grosso salto di qualità.

Nei prossimi due mesi si giocheranno match importanti in ottica playoff, fra cui gli scontri diretti (entrambi in trasferta) contro Pinerolo e Mondovì. Come vi state preparando ai prossimi appuntamenti?

Le prossime partite peseranno tutte allo stesso modo, è questo l’approccio che abbiamo avuto fino ad adesso ed è l’elemento fondamentale che ci ha portato ad essere dove siamo. Non abbiamo mai focalizzato una partita più di un’altra e lo abbiamo dimostrato strada facendo. Tutte le partite valgono i tre punti e così sarà fino alla fine. A meno che, arrivati agli ultimi incontri, la classifica non dica che una o più partite potranno essere decisive e in tal caso si affronteranno in modo diverso. Ma il percorso è ancora lungo, quindi meglio concentrarsi sulle prossime sfide.

Riguardo all’aspetto più tecnico, ci sono alcuni particolari o situazioni su cui state lavorando e che introdurrete nel vostro arsenale?

Stiamo lavorando sui dettagli. Siamo arrivati ad un livello tecnico e di gioco abbastanza alto, però quello che dico sempre alle ragazze è che fra l’essere un giocatore buono ed essere il migliore non bisogna accontentarsi e cercare di migliorare. Sempre tenendo conto che l’obiettivo che ci siamo posti (i playoff, ndr) non è ancora stato raggiunto e che quindi dobbiamo lavorare soprattutto a livello mentale. Bisogna quindi lavorare su ogni dettaglio, soprattutto riguardo i fondamentali. Per confermare i risultati ottenuti, e rimanere nella posizione in cui siamo arrivati, la concentrazione deve essere massima in ogni aspetto del gioco. Quindi stiamo lavorando per arrivare in una condizione mentale che ci porti a fare qualsiasi gesto al 100%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CDA Talmassons, parla coach Barbieri: "Le ragazze non devono mai accontentarsi"

UdineToday è in caricamento