rotate-mobile
Volley

A2. Libertas Martignacco infinita! Espugnato il PalaMarignano al tie-break

Partita infuocata contro l'Omag che passa due volte in vantaggio e si inchina alle friulane dopo due ore di grandi emozioni

Subisce, combatte, rimonta e vince! Ennesima prestazione di altissimo livello delle ragazze della Libertas Martignacco che, nella nona giornata di ritorno del girone B di serie A2 femminile, espugnano il PalaMarignano al tie-break, portando a cinque le vittorie consecutive in questa fase finale di regular season (25-13, 14-25, 25-21, 22-25, 10-15). Con la matematica salvezza già conquistata nel match precedente, Coach Marco Gazzotti, sprovvisto per infortunio dell’opposto Sironi, schiera Allasia in cabina di regia, Bole opposto, Guzin ed Eckl al centro, Cortella e Wiblin nel ruolo di schiacciatrici. Partenza con il freno a mano tirato delle “ragazze terribili”. L’Omag-Mt fa dell’attacco e della battuta le armi principali per conquistare dei punti di vantaggio e distaccarsi così dalla formazione friulana (9-5, 14-10).  Fatica l’Itas Ceccarelli Group in ricezione e malgrado i due time-out richiesti da Coach Gazzotti ed il cambio Cabassa/Cortella e Lazzarin/Wiblin aumenta il divario fra le due contendenti (23-11).  

Il set si conclude con la schiacciata out di Eckl (25-13). Inizia con un’altra marcia il secondo set per Martignacco che con le schiacciate di Wiblin, Eckl, Corella ed i muri di Guzin cerca di rimanere sempre a contatto con le avversarie (7-7). Superate le difficoltà riscontrate nel set precedente, la prima carica firmata Itas Ceccarelli arriva sul vantaggio di 13-16 che costringe al primo time-out la formazione romagnola. Brave poi le “ragazzine terribili” che acquistano fiducia e con un parziale di otto punti (13-22) indirizzano il set a loro favore. Il set si conclude con la palla mandata out dalla schiacciatrice avversaria da posto sei (14-25). Nella parte inziale del terzo set, Martignacco, seppur con qualche errore di troppo riesce e sfruttare l’inerzia del set precedente per mantenersi costantemente in vantaggio di un paio di lunghezze dalle avversarie (6-8, 9-12).

L’attacco delle romagnole, arma rivelatasi fatale del primo set viene oscurato dal muro innalzato soprattutto dalle centrali bianco-azzurre. Nella parte centrale del set però, è proprio il muro friulano ad annebbiarsi concedendo dei mini-parziali positivi in favore delle avversarie. È la stessa Omag-Mt a superare per prima quota “venti” (20-18), riacquistare fiducia e costruire le azioni necessarie per conquistare il set sul punteggio di 25-21. All’alba del quarto set sono nuovamente le “ragazzine terribili” a dettare il ritmo di gioco sulle avversarie (2-5, 7-9). L’Omag caerca di tornare a contatto nella parte centrale del set, Martignacco inizialmente regge la pressione e prova l’allungo (16-19), ma un parziale di tre punti ed una battuta a rete di Wiblin rimette tutto in parità (20-20).

La rincorsa al vantaggio fra le due squadre si interrompe sul punteggio di ventidue pari dove una reazione superlativa di squadra, consente all’Itas Ceccarelli Group di conquistare il set (22-25) e strappare almeno un punto alla formazione romagnola, di fronte ad un palazzetto infiammatosi per il ritorno in campo del Capitano di casa Giulia Sguatti reduce da un infortunio al crociato rimediato lo scorso ottobre. Si decideranno quindi le sorti dell’incontro al tai break. Martignacco mette subito le mani sul manubrio del match costringendo l’Omag al time out, merito soprattutto di una Katia Eckl in grandissima forma (4-6).

Raddoppio poi delle “ragazzine terribili” che si affidano all’esperienza di Wiblin per mettere giù dei palloni molto pesanti (6-11). Si apre così la strada verso il successo dell’Itas Ceccarelli group che con il muro di Bole, altro elemento cardine di questa giovanissima squadra chiude il set sul punteggio di 10-15. Il presidente Bulfoni commenta così la convincente prestazione della sua Martignacco: “Vittoria meritata! Giocando senza pressioni siamo scesi in campo con la squadra più giovane del campionato e abbiamo dimostrato che è una squadra vera fatta da ragazze che il coach Gazzotti ha saputo far crescere in questi mesi in modo esponenziale. Continuiamo a divertirci.” Il tabellino del match:

OMAG MARIGNANO-LIBERTAS MARTIGNACCO 2-3 (25-13 14-25 25-21 22-25 10-15) –

OMAG: Rachkovska 7, Salvatori 9, Turco 3, Bolzonetti 28, Parini 9, Perovic 17, Caforio (L), Aluigi, Saguatti, Covino. Non entrate: Babatunde, Merli (L), Cangini, Biagini. All. Barbolini.

MARTIGNACCO: Allasia 1, Wiblin 29, Guzin 14, Bole 14, Cortella 8, Eckl 10, Tellone (L), Cabassa 2, Lazzarin, Modestino. Non entrate: Granieri. All. Gazzotti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2. Libertas Martignacco infinita! Espugnato il PalaMarignano al tie-break

UdineToday è in caricamento