rotate-mobile
Volley

A2: il derby friulano di Santo Stefano lo vince Talmassons, successo in trasferta contro Martignacco

L'1-3 lancia ancora di più la CDA di coach Barbieri che si è dimostrata più solida e determinata

Una partita attesissima quella del derby friulano fra Itas Ceccarelli Group Martignacco e la CDA Volley Talmassons. Nel superclassico di Santo Stefano le due squadre sonno andate in scena nella splendida cornice del Palasport Carnera di Udine, per l’occasione aperto al volley regionale e riempito da una bella cornice di pubblico. Ad imporsi è la CDa di coach Barbieri che mette le mani sull’incontro fin dall’inizio. Itas recupera nella seconda metà aggiudicandosi il terzo set ma nell’ultimo parziale è la Cda che riesce ad imporsi portando a casa il secondo derby stagionale. Cda che inizia l’incontro con il sestetto tipo con Eze Blessing al palleggio, Taborelli opposto, Rossetto e Milana bande, Caneva e Costantini al centro e De Nardi libero.  Match che inizia con l’Itas al servizio a cui risponde subito Costantini dal centro.

Squadre che si studiano nelle prime battute scambiandosi colpi e punti fino a quando Caneva segna in primo tempo il primo vantaggio Cda (5 a 6). Grandi attacchi e scambi lunghi segnano il set fino al primo tentativo di allungo Cda che grazie ai colpi di Rossetto e Milana, le due ex del match, portano le ragazze in rosa. Sempre Milana da posto due e Taborelli a muro segnano per il 10 a 14 che porta al primo time out dell’incontro, chiamato della panchina di coach Gazzotti. Al rientro è sempre la Cda ad avere maggiore benzina e con Taborelli e Caneva si porta sul più sette (10 a 17) forzando il secondo time out per l’Itas. Distanza nel punteggio che si mantiene per i successivi punti fino al 13 a 20, con Rossetto e Costantini da un parte a cui rispondono Sironi e Cabassa dall’altra.

Su un attacco vincente dell’opposto di Martignacco è coach Barbieri a chiamare il suo primo time out (16 a 20). Crisafulli entra per il servizio rilevando Costantini (17 a 21). Sironi firma il 19 a 23 per l’Itas mentre entra Monaco per Milana per il giro dietro. Rossetto inchioda il set point sul 19 a 24. L’Itas riesce aad annullare i primi due set point ma sempre Rossetto chiude il parziale con un grande diagonale. Finisce 21 a 25. Secondo set che inizia con una Itas più agguerrita che si porta in vantaggio sul 4 a 1. Alcuni errori personali lato Cda portano il vantaggio casalingo sul 7 a 3, break interrotto da Milana con un mani fuori. Costantini alza il muro per la Cda che però l’Itas riesce a bucare portandosi sul 10 a 7. Sempre Costantini in primo tempo buca il taraflex per il meno 2. Partita impattata sul 12 pari grazie alla coppia Eze-costantin che chiude due punti a muro. Entro Crisafulli per il servizio e la Cda agguanta il primo vantaggio portandosi sul 12 a 14. Coach Gazzotti non ci sta e ferma il match con il primo time out.

Milana e Taborelli allungano nel punteggio portando il set sul 14 a 17. Sempre il capitano Cda erige il muro per il 15 a 19. Un cambio per lato: Lazzarin per il servizio Itas e Monaco per la seconda linea Cda. Cda che recupera il servizio con Caneva (17-20) che viene rilevata da Campagnolo per il servizio. Rientra Caneva sul 18 a 21. Taborelli segna il punto numero 22 per la Cda e Costantini mura per il 23. Time out Itas sul 18 a 23. Punto Itas al rientro in campo a cui segue la fast di Costantini che agguanta il set point. Su un errore di Martignacco si chiude il set per 19 a 25. Terzo parziale che inizia equilibrato con scambi di attacchi che valgono il pareggio a quota 4 punti. Primo break Cda che si porta in vantaggio di tre lunghezze con un ace di Milana. Time out Martignacco. Itas che si riaffaccia nel punteggio agganciando il set sul 7 pari. Coach Barbieri inserisce Trampus per Milana. Break casalingo firmato Sironi che porta l’Itas sul 10 a 7 forzando il time out della panchina Cda. L’inerzia del set è in favore dell’Itas che allunga sul 13 a 8 sostenuta dal proprio pubblico. Rientra Rossetto per Trampus ma il muro Itas respinge i tentativi di recupero della Cda (15 a 12).

Distacco che viene mantenuto dall’Itas grazie ad una ottima prestazione a muro e difesa,  Taborelli poi chiude un lungo scambio per il 18 a 15 e Milana in ace il meno due. Granieri di seconda firma il 20 a 17. Coach Barbieri ferma il parziale Itas chiamando time out (21-17). Due attacchi out della Cda portano il set point all’Itas poi chiuso da Wiblin. Finisce 25 a 18 il terzo set. Ottima partenza della Cda nel quarto set che si riesce a portare in vantaggio per 2 a 5 costringendo coach Gazzotti al primo time out. Sospensione efficace perchè porta alla reazione Itas che recupera nel punteggio portandosi in vantaggio prima che Caneva impatti nuovamente il match (7 pari). Regna l’equilibrio in questa fase, Sironi e Taborelli si scambiano gli attacchi fino al 10 pari. Nuovo break Itas sul 14 a 11 e time out per coach Barbieri. Milana torna a far muovere il punteggio sia in attacco che a muro firmando il meno uno. Time out Martignacco. Cda che riesce a riprendere il match con Eze al servizio (15 pari). Sorpassi e contro-sorpassi segnano il set fino a che Rossetto a muro chiude un grande scambio per il più due Cda (17 a 19). Wiblin pareggia sul 20 pari ma nuovo vantaggio Cda su errore al servizio. Taborelli conquista il set point con una grande diagonale.

Eze chiude poi il set e il match al servizio. Termina 23 a 25 il quarto set. Una partita molto sentita e combattuta da entrambe le squadre. Scambi lunghi e attacchi pesanti hanno deliziato il numeroso pubblico accorso al Tal Carnera di Udine con la Cda che fin da subito è riuscita ad imprimere la propria pallavolo nella prima metà di incontro. Reazione Itas che si aggiudica il terzo set e gioca alla pari il quarto parziale caratterizzato da scambi entusiasmanti. È la Cda a spuntarla nel finale con attacchi di pura grinta e coraggio.  Due derby su due per coach Leonardo Barbieri che commenta così la partita contro l’Itas Martignacco: “E' stata una partita dai due volti. Per i primi due set abbiamo giocato una partita di altissimo livello dove tutto funzionava a meraviglia. Dal terzo siamo andati un po’ in confusione calando anche fisicamente e questo ha fatto si che loro potessero rientrare e prendere il loro ritmo. Poi è stata la partita del cuore, tante azioni e scambi infiniti che riesce a portarsi a casa chi ha coraggio e determinazione.” Il tabellino del match:

LIBERTAS MARTIGNACCO-CDA TALMASSONS 1-3 (21-25, 19-25, 25-18, 23-25)

MARTIGNACCO: Cabassa, Allasia 1, Sironi 20, Modestino 8, Granieri 2, Lazzarin, Wiblin 10, Bole, Cortella 3, Tellone, Eckl 9, Guzin. All. Gazzotti

TALMASSONS: Taborelli (K) 20, Eze Blessing 2, Tognini, Crisafulli, De Nardi, Milana 20, Michelini, Campagnolo, Rossetto 11, Trampus 1, Monaco, Caneva 7, Costantini 6. All. Barbieri

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2: il derby friulano di Santo Stefano lo vince Talmassons, successo in trasferta contro Martignacco

UdineToday è in caricamento