Sport

Virtus Corno in extremis: Chions k.o. al 93' e quarti di Coppa Italia conquistati

Gli uomini di Peressutti superano i pordenonesi grazie a un gol di Ime Akan, autore di una doppietta, in zona Cesarini

(foto sito Virtus Corno)

La Virtus Corno vince quello che era un vero e proprio spareggio per passare ai quarti di Coppa Italia Eccellenza, superando e, di conseguenza, eliminando il Chions. La partita è stata frizzante, con gli udinesi che si sono trovati davanti una delle maggiori accreditate a prevalere nel Girone A di Eccellenza. Allo stesso tempo, però, hanno giocato una gara di personalità, scambiando colpo su colpo contro un team di grande qualità e dimostrando il proprio valore. Una vittoria prestigiosa, dunque, che chiude il primo capitolo della stagione della Virtus, regalandole un buon auspicio in vista dell'inizio del campionato.

Al 12' la Virtus passa in vantaggio con un gol fortunoso. Cucciardi crossa in mezzo, Bazzichetto, leggermente pressato da Gashi, sembrerebbe sul punto di far sua la sfera in presa ma buca completamente l'intervento, con il pallone che finisce in porta. La Virtus continua a spingere e poco dopo sfiora il raddoppio, con Gashi che, lanciato in verticale, non riesce a trafiggere Bazzichetto, anche a causa del pressing di Tomadini. Il Chions patisce l'avvio a mille della Virtus ma, grazie ad un episodio, rientra in partita. Libri stende Serrago in area al 28', per l'arbitro è rigore e Voltasio, tiratore scelto degli ospiti, firma il pareggio. Il Chions prende fiducia dopo il gol ma non produce moltissimo, ad eccezion fatta di un tiro da fuori di Gashi a fine prima frazione.

Nella ripresa il Chions entra meglio e crea molto. Al 4' Crivaro mette fuori in scivolata un bel cross di Vittore, con Millo che respinge in corner una punizione di Serrago poco dopo. Un errore, poi, inchioda i gialloblu. Sakajeva sbaglia un retropassaggio e regala il pallone a Ime Akan, che realizza il 2-1. I pordenonesi restano poi in 10 per il rosso diretto rimediato da Serrago ma trovano il pari, ancora una volta, con Crivaro, che segna su un rigore che lui stesso si è guadagnato. Sembra una gara stregata per la Virtus: con un pari gli udinesi sarebbero comunque ai quarti ma, anche se in 10, l'indomito Chions sembra voler tentare il colpo grosso. Ci pensa allora Ime Akan, al 93', a chiudere i conti con una staffilata dal limite che si insacca dopo aver colpito il palo.

Virtus Corno – Chions 3 – 2

Gol: 12’ pt Cucciardi, 29’ pt Crivaro (rig.); 14’ st Ime Akam, 33’ st Crivaro (rig.), 48’ st Ime Akam.

Virtus Corno (4-4-2) Millo; Kanapari (38’ st Lassoued), Libri, Goubadia, Martincigh; Cucciardi (8’ st Menazzi), Fall (47’ st Scarbolo), Sittaro (35’ st Onofrio), Don; Ime Akam, Gashi. All. Peressutti.

Chions (4-3-3) Bazzichetto; Sakajeva (28’ st Musumeci), Tomadini, Diop, Vittore; Consorti (19’ st Zannier) Andelkovic, Voltasio; Serrago, Crivaro (41’ st Masarutto), Valenta. All. Barbieri.

Arbitro Montesano di Trieste.

Note Angoli: 5-7. Espulso Serrago al 21’ st per intervento pericoloso. Ammoniti: Kanapari, Libri, Diop e Consorti. Recuperi: 5' pt; 4' st.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virtus Corno in extremis: Chions k.o. al 93' e quarti di Coppa Italia conquistati

UdineToday è in caricamento