Vele d'epoca: nuovo trionfo per il team Tiliaventum su Serenity alla regata di Porto Piccolo

Il Circuito di Regate per Vele classiche ed epoca Adriatico 2016 inizia nel migliore dei modi per i team Tiliaventum di Lignano Sabbiadoro (UD) con i due legni in acqua: Serenity, progetto 1936 e Capriccio, passera lussignana giunti rispettivamente 1° classe Epoca e Trofeo Itas Assicurazioni e 2° classe Passere

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Il Circuito di Regate per Vele classiche ed epoca Adriatico 2016 inizia nel migliore dei modi per i team Tiliaventum di Lignano Sabbiadoro con i due legni in acqua: Serenity, progetto 1936 e Capriccio, passera lussignana. Nella prima tappa del circuito svoltasi a Porto Piccolo Sistiana (TS) sabato 11 e domenica 12 giugno i due team si sono distinti con un ottimo primo posto per Serenity con l'armatore Roberto Dal Tio a Prua e Daniele Passoni al timone nel raggruppamento epoca e vincitore del Trofeo Itas Porto Piccolo, e 2° posto per la passera Capricco (per l'occasione con l'affiatatissimo equipaggio Regini-Barison-Borin).
La due giorni di regata, organizzata da un pool di circoli capitanati dal locale neocostitutito Yacht Club Porto Piccolo e supportata da Itas Assicurazioni e Marina Porto Piccolo con la supervisione tecnica della Associazione Italiana Vele Epoca, si è svolta con una situazione meteo piuttosto incerta che, per meravigliosa coincidenza, ha schivato il campo di regata ed i festeggiamenti a terra consentendo la riuscita della manifestazione nel miglior modo possibile per la felicità dei partecipanti e degli ospiti della struttura.
Le due prove in mare con percorso a triangolo si sono rivelate particolarmente tecniche, mettendo a dura prova i concorrenti con le forti correnti e l'instabilità del vento. Degna di nota la splendida cornice a terra con eventi musicali e banchetti di primordine e organizzazione ed accoglienza ai team molto apprezzate.
 

Torna su
UdineToday è in caricamento