menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Udinese di forza: Di Natale fa 150, per Asa prima doppietta. La cronaca

Un'Udinese arrembante soffre e doma il Parma grazie al Capitano e alla giornata d'oro di Asamoah. Buon lavoro anche della difesa. Squadra al alvoro da domani per la sfida di mercoledì con la Roma.


L’Udinese non vinceva al Friuli dal 1 febbraio scorso: una tendenza da invertire al più presto per continuare a credere nel sogno Champions. Missione compiuta al Friuli grazie alle reti di Di Natale e Asamoah, doppietta per lui. Brividi nel finale per il ritorno del Parma trascinato da un buon Giovinco che trova poi la via del gol grazie a Lucarelli. In vista dei prossimi scontri diretti era importantissimo oggi raccogliere i tre punti in casa contro il Parma che deve ancora raggiungere la quota salvezza.

Guidolin vista la difficoltà nelle ultime uscite punta sul binomio Di Natale – Barreto, coppia inedita dai piedi buoni.
Il Parma però non si dimostra affatto intimidito e fin dall’inizio della gara cerca l’affondo grazie ai pericolosi Giovinco e Floccari. Dopo un colpo di testa di Benatia l'Udinese protesta per un fallo di mano in area di Biabiany su cross di Amrero. Per Gava è tutto regolare.

Splendida azione friulana subito dopo, con Pinzi che chiede e ottiene il dai e vai da Barreto ma solo davanti a Mirante preferisce passare all'indietro proprio per il brasiliano: assist fuori misura.

La partita si scalda e Armero e Valdes vengono ammoniti.

Ancora due occasioni buone per l'Udinese semrpe a firma di Di Natale: Gobbi disinnesca la prima mandato in angolo un destro al volo del capitano. Pochi minuti dopo su un cross perfetto del capitano Danilo prima e Barreto poi non indovinano il tempo giusto per il tap-in.

Si sveglia allora il Parma con il tandem Gobbi-Floccari, l'ex laziale suggerisce al laterale che defilatissimo scarica sul primo palo, Handanovic è attento.

Al 24esimo super ripartenza friulana: Di Natale per Pinzi che scarica indietro sull'accorrente  Pazienza:  destro dal limite fuori di un soffio.

La partita si accende e dopo una buona iniziativa dell'Udinese che si perde nel caos dell'area il Parma ne esce velocentemente affidando il contropiede a Giovinco: Pereyra ultimo uomo trattiene poco dopo la metà campo la formica atomica: protesta il Parma ma per Gava è solo cartellino giallo, non ravvisando la chiara occasione da gol e quindi gli estremi per il rosso.

Dopo tre minuti Di Natale che riceve un cross al bacio da Pinzi sulla sinistra, di testa però il capitano non riesce a inquadrare lo specchio e la schiaccia fuori.

Finisce dopo 40 minuti la partita di Benatia che soffre di un risentimento all’interno della coscia sinistra (l’altra rispetto al recente infortunio) e lascia spazio a Coda.

Proprio in chiusura di tempo arriva il gol del vantaggio bianconero  con Asamoah che firma l'1 a 0. Pinzi si allarga a sinistra come già aveva fatto con profitto in precedenza e pesca di nuovo Di Natale sul secondo palo che con una capocciata di classe trova alle sue spalle l’accorrente Asamoah, mancino leggermente deviato, Mirante non può nulla.

Non cambia niente nelle formazioni al rientro in campo per la ripresa.

Pazienza al terzo minuto disinnesca un pericoloso aggancio di Gobbi in piena area. Sempre una disattenzione centrale della difesa lascia di nuovo spazio a Gobbi che però si allunga troppo la sfera.

Ci crede il Parma e al nono minuto Giovinco sulla sinistra dalla tre quarti piazza uno scatto prodigioso che brucia l'avversario diretto, il suo missile di destro però passa sopra la traversa. Sospiro di sollievo per Handanovic.

Il gol che dovrebbe mettere in cassaforte il risultato arriva all’undicesimo grazie ad un prodigio del capitano Totò Di Natale. Armero suggerisce il colpo del ko al capitano che prima finta la conclusione al volo poi si gira e chiude sul secondo palo con un destro imparabile. Diagonale fantastico per un gol da cineteca: il 150esimo in serie A: 20 in questa stagione in 29 partite.

Dopo solo un minuto però occasione per il Parma: Floccari solo soletto a due passi da Handanovic non riesce ad insaccare con un colpo di testa dopo il cross alto magistralmente eseguito da Giovinco.

Guidolin toglie uno stanco Barreto e inserisce Abdi, ma la partita sembra sostanzialmente chiusa fino al risveglio dei gialloblù, in occasione dell'unico errore difensivo della gara.

Trascinato dalla Formica Atomica il Parma al 38esimo trova il gol che accorcia le distanze. Su un calcio d’angolo ribattuto alla buona da Asamoah Lucarelli trova il diagonale sinistro che inganna Handanovic.

Partita riaperta e Udinese in sofferenza fino al raddoppio del centrocampista ghanese.

Lucarelli regala palla sulla trequarti, Asamoah lancia il contropiede e apre per Di Natale: destro respinto da Mirante, tap-in mancino del ghanese che griffa la doppietta personale.

Udinese che si ritrova in casa e sotto una pioggia battente doma il Parma: fari puntati sulla sfida di stasera fra Lazio e Napoli.

LE PAGELLE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scontro sulla Napoleonica, distrutta un'automobile

  • Salute

    Ora a Udine ci si cura dai malanni facendo l'orto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento