rotate-mobile
Sport

Udinese - Paok Salonicco: stato di allerta in attesa dei tifosi greci

Oltre quattromila accesi sostenitori della formazione tessalonicese saranno a Udine per sostenere i loro beniamini. La loro fama non si può considerare delle migliori

Raggingeranno Udine in più di 4000 unità. In questo momento la maggior parte di loro si sta avvicinando al Friuli via autobus, dopo aver percorso la tratta che dalla città greca tocca tutte le capitali di quella che fino ai primi anni '90 fu la Jugoslavia: la polverosa Skopije, l'elettrica Belgrado, l'operosa Zagabria e l'asburgica Lubiana.

Altri arriveranno con gli aerei, da Venezia e da Orio al Serio, altri ancora hanno scelto la tratta in traghetto fino ad Ancona per poi risalire. Non sono molte le prenotazioni per il pernottamento in città, segno che quasi tutti i tifosi se ne torneranno a casa dopo aver visto finire l'incontro dello stadio Friuli. 

Un viaggio faticoso, ma non in grado di scoraggiare l'entusiasmo del tifo bianconero, tra i più focosi di tutta Europa. A testimonianza della cosa numerose cronache riportano di incidenti e situazioni di tensione create dal popolo del Paok. Non ultima la trasferta di fine novembre a Londra, in casa del Tottenham, quando gli ultras bianconeri si scontrarono con la polizia britannica.

La presenza di così tanti sostentori stranieri creerà un effetto singolare al Friuli, visto che il numero di biglietti acquistati dai supporter friulani è più o meno lo stesso.

Niente festa d'accoglienza in piazza Primo Maggio, sarebbe stato troppo impegnativo gestire un così alto numero di partecipanti.

Le operazioni di coordinamento delle forze dell'ordine saranno gestite dal dottor Belmonte della Questura di Udine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udinese - Paok Salonicco: stato di allerta in attesa dei tifosi greci

UdineToday è in caricamento