menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Di Natale

Antonio Di Natale

Udinese - Livorno 5-3 | Fuochi d'artificio bianconeri targati Di Natale

Totò Di Natale è assoluto protagonista: prima sbaglia un rigore, poi trova il gol dell'1-1 e quello del 5-2. Badu, Pereyra e Gabriel Silva (migliori in campo insieme a Di Natale) segnano le altre reti, mentre Paulinho (doppietta su punizione) e Mesbah cercano inutilmente di mantenere la squadra in gara. Ma l'Udinese cinicamente mantiene il risultato e migliora la propria classifica, mentre il Livorno affonda all'ultimo posto in classifica

L'Udinese vince contro gli amaranto toscani una partita spettacolare, che termina 5-3, con ben sette gol nel primo tempo. A farla da padrone è Totò Di Natale, che supera Signori e Del Piero nella classifica capocannonieri di tutti i tempi e raggiunge l'8^ posto con 189 reti. Il capitano sbaglia un rigore ma segna due gol, di cui uno dopo appena 20" dal penalty sbagliato. Le altre reti sono state siglate da Badu, Pereyra e Silva. Il Livorno invece sprofonda all'ultimo posto della classifica a causa della sconfitta e della contemporanea vittoria del Catania sulla Roma (che consegna lo scudetto alla Juventus). Dalla sua ha il merito di passare in vantaggio con Paulinho su punizione e di trovare il pareggio sul 2 a 2 sempre con Paulinho su punizione. Al contrario, la grave pecca degli amaranto è la fase difensiva, che non riesce mai a chiudere le azioni offensive bianconere.

La partita si apre subito vivace, con vari ribaltamenti di fronte nei primi minuti. La prima rete è del Livorno, con Paulinho che supera la barriera e trova l'angolino dove Scuffet non può arrivare. Cinque minuti dopo l'arbitro Rocchi fischia il rigore, ma dal dischetto Di Natale trova la mano di Anania, bravissimo a respingere il tiro. Ma passano solamente 20", il Livorno non ha ancora smesso di esultare che l'Udinese ha già battuto il successivo angolo e Di Natale, solissimo in area, insacca. Il risultato viene ribaltato al 21' da Badu, dopo che Bruno Fernandes cicca il pallone all'altezza del dischetto del rigore con la porta vuota. Poco dopo Paulinho trova il 2 a 2, sempre su punizione, ma con deviazione decisiva di Danilo. Pereyra però spegne le speranze degli avversari, con la rete del 3-2 servita da Silva. Ed il quarto gol è proprio del brasiliano, che corona così la propria partita. La rete del 5-2 è ancora di Di Natale, che si trova da solo di nuovo davanti ad Anania. Finisce così il primo tempo, con sette reti.

La seconda frazione è molto meno spettacolare della prima, con l'Udinese che si limita a chiudere gli spazi ad un Livorno spento e rinunciatario. Sono pochissime le azioni da gol, e quelle veramente pericolose ancora meno. Il Livorno riesce a segnare solamente all'87 con Mesbah, che insacca da pochi passi. Ma la partita è ormai finita, l'Udinese trionfa per 5-3 e gli amaranto toscani affondano verso la Serie B.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento